Lao Kouyate

Lao Kouyate

Sono passati 30 anni esatti da Graceland, l’album/capolavoro di Paul Simon che aprì la coscienza universale verso un piccolo spicchio della cultura musicale africana. Uno scrigno immenso i cui tesori, oggi lo sappiamo, sono così numerosi come la miriade di culture, etnie, radici, e singole tribù che compongono il continente nero. .
Lao Kouyate rappresenta la modernizzazione di una di queste tradizioni millenarie. Non è solo un musicista djeli come suggerisce il suo stesso cognome, che identifica la casta di chi perpetua le tradizioni musicali in Senegal: è un griot, ovvero un poeta e cantore, un "maestro della parola", che svolge il ruolo di conservare la memoria degli antenati.
In passato questa era considerata addirittura una figura istituzionale, una sorta di ambasciatore a cui affidare la storia del proprio popolo, la sua testimonianza vivente. Per capire, quello che nella cultura occidentale era il bardo o il menestrello che si accompagnava con il liuto, lo strumento eletto. Gli strumenti di Lao si chiamano invece balafon, doumdumba, e soprattutto la sua inseparabile kora, lo strumento che ha modificato portando il numero delle corde da 21 a 44 e ampliandone a dismisura la sonorità: l'effetto nei concerti è quello di una vera e propria orchestra capace di ipnotizzare letteralmente il pubblico (la versione elettrificata della kora, il gravikord, ha affascinato musicisti del calibro di Herbie Hancock).
Lao Kouyate oggi può essere considerato il manifesto vivente dell'immenso potenziale che la musica africana può esprimere quando i suoi protagonisti, per le più diverse ragioni, diventano figli del mondo.
Il valore della sua world music, disinvolta scorribanda sulle ali del jazz contemporaneo, del reggae, del blues, del funky, delle raffinatezze lounge, così come della contagiosa allegria pop è presente nello special mixtape concesso da Lao Kouyate agli ascoltatori di RMC Buddha-Bar Monte Carlo / Radio. Un’ora di musica composta, suonata e cantata dal maestro senegalese.

PLAY

Now on air