WEB RADIO

RMC New Classics
 
RMC Duets
 
Radio Bau & Co
 
Music Star Zucchero
 
RMC 90
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Marine
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC Love Songs
 
RMC Great Artists
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC 80
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Giorgia
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC Hits
 
Radio Kay Kay
 
rmc
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Festival
 
MC2
 
RMC Italia
 
Music Star Pino Daniele
 

Basta scrivania: ora si lavora in piedi

Più sani e più efficienti grazie allo standing desk. Simili a banconi da bar, secondo aziende come Google e Facebook migliorerebbero salute e prestazioni

Basta scrivania: ora si lavora in piedi

La scrivania è superata e sembrano sempre più diffusi gli standing desk, cioè i piani rialzati che sembrano banconi da bar ma senza sedia. Lavorare in piedi pare infatti l’ideale, o almeno così la pensano la maggior parte degli start-upper americani e le compagnie più giovani.

Le due aziende che per prime hanno introdotto questa nuova routine di lavoro sono state Google e Facebook, che hanno capito che «i danni della sedentarietà sono paragonabili a quelli del fumo»: lavorare con uno standing desk innalza l’attività metabolica, fa bruciare calorie e mantiene attivo anche il cervello, favorendo la concentrazione dei lavoratori.

Inoltre, l’impatto negativo su schiena e postura è decisamente inferiore, anzi potrebbe aiutare a recuperare i danni derivanti da anni di vita da scrivania. I designer si sono già attrezzati per proporre le loro creazioni e gli imprenditori sembrano aver capito che un dipendente in forma è felice e quindi più produttivo. Accasciarsi sulla sedia non sarà più possibile: possiamo restare attivi davvero tutto il giorno.

Il più lungimirante è come al solito Mark Zuckerberg, patron di Facebook: sta infatti pensando di installare dei tapis roulant al posto della sedie, per far anche muovere i dipendenti. Intanto, ha abolito 250 scrivanie. E se lo dice Mark…


Se vuoi leggere altre news riguardanti il mondo Tech Social Web raccontate da Marco Montemagno, il celebre esperto di tecnologie innovative, definito "Guru del digitale", CLICCA QUI