WEB RADIO

RMC Italia
 
MC2
 
Xmas Radio
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Love Songs
 
Monte Carlo Nights Story
 

Mike Oldfied: Tubular beats

Mike Oldfied: Tubular beats

Ascolta in streaming Tubular Beats, la rilettura del capolavoro Tubular Beats di Mike Oldfield

Mike Oldfield Si intitola “Tubular beats” e come il nome fa immediatamente capire è il nuovo album del celeberrimo Mike Oldfield, di ritorno il 12 febbraio con una serie di emozionanti remix delle sue canzoni più celebri . A collaborare con Oldfield a questo progetto è Torsten “York” Stenzel, produttore tedesco (Moby, All Saints, Tina Turner) che ha firmato parecchi album multiplatino e che ha già collaborato con Oldfield. Al duo si è aggiunta Tarja Turunen, ex Nightwish, che canta l’inedito del disco, “Never too far”. Ma sono tutti i brani dell’album ad avere un sapore nuovo e sembrare del tutto diversi dalle versioni originali. L’album “Tubular bells”, alla sua uscita nel 1973, segnò indelebilmente il panorama musicale del decennio a venire e rimase nel cuore (e nelle orecchie) di tutti. Da allora Oldfield ha continuato a produrre musica innovativa, trovando ispirazione nella musica elettronica e collaborando con i più prestigiosi artisti della scena. La carriera di Mike Oldfield Mike Oldfield, nato a Reading, Gran Bretagna, nel 1953 da una famiglia di musicisti, conquista le classifiche nel 1973 con “Tubular Bells”, composizione inizialmente scartata da tutte le case discografiche e presa in considerazione solo da Richard Branson, che in quel periodo sta fondando la sua casa discografica che battezza Virgin. E “Tubular Bells” sarà proprio l’abum inaugurale della nuova casa discografica. A dare slancio al disco è anche il suo utilizzo nel celebre film “L’esorcista” (1973) di William Friedkin. Il 1983 vede trionfare Oldfield con la canzone “Moonlight Shadow” (dall’album “Crises”). Oldfield realizza anche la colonna sonora per il film “Urla del silenzio” di Roland Joffé. Nel 2012 si esibisce durante la cerimonia d’apertura dei Giochi Olimpici di Londra.