WEB RADIO

Radio Festival
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Marine
 
MC2
 
Monte Carlo Nights Story
 
Radio Kay Kay
 
RMC Duets
 
RMC Italia
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC New Classics
 
RMC Love Songs
 
Radio Bau & Co
 
RMC 80
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Coldplay
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
rmc
 
RMC Great Artists
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC 90
 
RMC Hits
 
Music Star Jovanotti
 

Robbie Williams live

Robbie Williams live

Il tour della popstar: Milano unica data italiana

  Robbie Williams live

 Scarica la fanzine dedicata a Robbie Williams È dal 2006, anno del suo ultimo tour da solista, che i fan aspettano Robbie Williams. Finalmente, nel 2013, il grande momento è arrivato. L’artista, che ha il nuovo album (“Take the crown”, uscito nel novembre 2012) da presentare al pubblico, ha dato il via il 14 giugno dall’Aviva Stadium di Dublino al suo Take The Crown Stadium Tour, atteso per la sua unica data italiana a Milano il 31 luglio, allo Stadio San Siro. Si tratta di un live memorabile, due ore tra effetti speciali mozzafiato, grande musica e tutta la carica e l’energia che Robbie, entertainer nato, infonde nei suoi show. Lo show Ad aprire il concerto è Olly Murs, artista britannico già molto apprezzato in patria e all’estero. Poi, con un frac nero cosparso di glitter e paillettes, Robbie fa il suo ingresso sul palco, dominato da una gigantesca scultura color oro che riproduce il suo viso. Le canzoni del nuovo disco, e le hit indimenticabili di Robbie (tra cui “Let me entertain you”, “Strong”, “She's the one”), scorrono una dopo l’altra tra l’entusiasmo del pubblico, pronto a cantare con l’artista le canzoni più amate, agitando in aria gli smartphone. Durante “Kids”, il celebre duetto con Kylie Minogue, e che in questo live è cantato con Olly, si materializza sul palco un’altra grande testa di Robbie, argentea, questa volta. E la grande scultura è sostituita da una bronzea non appena il musicista dà il via alla sua “Sin sin sin”. Grande chiusura con “Angels”, naturalmente. Un grande entertainer Si tratta davvero di un grande ritorno per l’artista nato a Stoke on Trent nel 1974, diventato celebre giovanissimo, ai tempi della militanza nei Take That (un glorioso quinquennio, dal 1990 al 1995), poi scacciato dalla band, ma capace di costruirsi una sfolgorante carriera solista, in cui brillano brani come “Angels” e “Let Me Entertain You” (1997, dall’album “Life Thru A Lens”), “She’s The One” (1999, da “I’ve Been Expecting You"), “Rock Dj” (2000, dall’album “Sing When You Are Winning”), “Feel” (2002, da “Escapology”). Il 2010 è l’anno del ritorno con i Take That, grazie al singolo “The Flood”, all’album “Progress” e al Progress Live Tour, che è a oggi il più grande tour britannico per numero di biglietti venduti. Talento versatile ed entertainer nato, Robbie è anche apparso accanto a star hollywoodiane di prima grandezza, da Nicole Kidman (nel duetto "Something Stupid", cover di Frank e Nancy Sinatra e compreso nell’album “Swing When You Are Winning”) a Daryl Hannah (nel video di “Feel”) ed ha anche "Beyond The Sea", canzone inclusa nella colonna sonora del film Disney “Alla ricerca di Nemo”. La carriera di Robbie si riassume anche nei suoi record: l’artista ha infatti ricevuto il maggior numero di Brit Awards nella storia della musica, ben 17, e ha collezionato una quantità infinita di premi e riconoscimenti per la sua arte. E non solo. Spulciando tra i premi più bizzarri, spicca uno Smash Hits Awards in qualità di “Persona più simpatica del mondo”. Il suo potenziale "sexy" è stato celebrato dalla rivista Cosmopolitan che lo ha eletto “Maschio più sexy del mondo” nel  1999 e ribadito nel 2000 dalla rivista Company, che ha rincarato la dose definendolo il più sexy del pianeta. Guarda il video dedicato alla carriera di Robbie Clicca qui per il sito ufficiale di Robbie Williams Guarda le foto del live di Milano

In Evidenza