WEB RADIO

RMC 80
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Great Artists
 
Music Star Giorgia
 
rmc
 
RMC Italia
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Hits
 
RMC Marine
 
RMC 90
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Zucchero
 
Radio Festival
 
RMC Duets
 
MC2
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Love Songs
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Coldplay
 
Radio Bau & Co
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC New Classics
 
Radio Monte Carlo FM
 

Omaggio a Phil Collins

Omaggio a Phil Collins
Phil Collins è nato il 30 gennaio 1951 a Londra. Lo festeggiamo con una photogallery e una playlist su Spotify Guarda la gallery Ha emozionato gli amanti della musica di tutto il mondo, Phil Collins, sia con i Genesis che durante il suo periodo da artista solista. Dal 1970 a oggi l’artista ha collezionato grandi successi (con Paul McCartney e Michael Jackson, è uno dei tre musicisti ad aver venduto oltre cento milioni di copie sia come membro di un gruppo che come solista), live indimenticabili e l’affetto riconoscente del pubblico. È dunque una buona notizia quella secondo cui Collins, dopo aver annunciato il ritiro dalle scene in seguito all’operazione a una vertebra del collo che gli ha reso doloroso suonare la batteria, stia invece pensando a un ritorno sulla scena musicale. Per adesso l’ultimo suo album è  “Going Back ”, grande tributo ai classici della musica soul e ai suoi intramontabili maestri, dai Temptation a Stevie Wonder, da Martha And The Vandellas ai Four Tops. Amore, gratitudine e un’emozione profonda è poi quello che deve aver provato il fortunato pubblico dei suoi concerti speciali dedicati a questo disco al Roseland Ballroom di New York, svoltisi dal 22 al 25 giugno del 2010 con uno straordinario ensemble di diciotto coristi e musicisti, tra cui proprio i Funk Brothers. Anche se forse il più emozionato e felice sarà stato proprio Collins, che coronava così un suo sogno musicale. Il compositore e musicista britannico è nato a Chiswick, un distretto di West London. Fin da piccolo innamorato della batteria (ne riceve una a Natale quando ha appena cinque anni) grazie a un annuncio letto sulla rivista musicale Melody Maker si presenta a un’audizione e ottiene il posto di batterista per i Genesis. È il 1970, e da allora Collins è “il batterista” della celeberrima band, con cui incide album passati alla storia come “Nursery Crime”, “Selling England By The Pound”, “The Lamb Lies Down On Broadway”. Dal 1976, con l’abbandono di Peter Gabriel, Phil diventa anche il cantante del gruppo, che registra altri dischi di successo come “Abacab” e “Invisible Touch”. Nel 1996 Collins si dà alla carriera solista, collabora tra gli altri con Quincy Jones, Tina Turner, Robert Plant, Pete Townshend, Eric Clapton, e dà vita alla sua jazz band, i Brand X. Tra i suoi album da solista, ricordiamo “Face Value”, “Hello, I Must Be Going”, “No Jacket Required”. Collins appare anche in un episodio della serie tv “Miami Vice” e recita in film come “Buster” (è il protagonista della pellicola ispirata alla grande rapina al treno Londra-Glasgow del 1963) e “Hook” di Steven Spielberg (è l’Ispettore Good). Nel corso della sua lunga carriera, vince sette Grammy Award, sei Brit Award e due Golden Globe. Vince anche l’Oscar per le canzoni composte per il film della Disney “Tarzan” (1999). Meno noto invece il riconoscimento ottenuto dalla McMurray University di Abilene, che gli ha conferito il titolo onorifico di Dottore in Storia. Collins è infatti un grande esperto di storia della Rivoluzione Texana e possedeva una ricca collezioni di cimeli risalenti al periodo che ha donato al museo The Alamo di San Antonio, in Texas.

In Evidenza