WEB RADIO

RMC Duets
 
Xmas Radio
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Giorgia
 
MC2
 
RMC 80
 
RMC 90
 
RMC Italia
 
RMC Great Artists
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Festival
 
RMC New Classics
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Hits
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Coldplay
 
rmc
 
RMC Love Songs
 
Monte Carlo Nights Story
 
Radio Bau & Co
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC Marine
 
Music Star Zucchero
 

Diana Krall - Wallflower

Diana Krall - Wallflower

L'artista jazz si misura con alcune celebri canzoni pop dagli Anni Sessanta a oggi

RMC ha presentato l'album in anteprima Diana Krall ti invita all'ascolto: guarda il video È un ritorno a sorpresa quello di Diana Krall, che pubblica il 3 febbraio l’album “Wallflower”. La grande artista jazz si misura infatti in questo disco con alcune delle più celebri canzoni pop, dagli Anni Sessanta fino a oggi, da “Desperado” degli Eagles a “California Dreaming” dei Mamas & Papas, da “Sorry Seems To Be The Hardest Word” di Elton John a “Everybody’s Talkin’” di Harry Nillson. Brani che hanno accompagnato la sua formazione musicale, e che Diana, vincitrice di 5 Grammy Award e premiata nel corso della sua carriera con nove dischi d’oro, tre di platino e sette multi-platino, interpreta con un talento e una verve eccezionali Produttore dell’album è David Foster (vincitore di sedici Grammy Award), che in occasione dell’uscita di “Wallflower”, ha dichiarato: «Conosco Diana da 25 anni, e una delle sue qualità è che tutta la versatilità di un’artista pop. La sua abilità di travalicare i generi musicali per me è stata una scoperta favolosa. Sono sicuro che Diana lo sapesse già, è sempre un passo avanti a tutti noi.  Le canzoni che Diana interpreta sono quelle con cui è cresciuta, a Vancouver, ascoltandole alla radio o sui dischi di vinile come ogni adolescente. I brani del disco sono quelli che amava e che cantava da teenager. Ciò che rende quest’album tanto speciale è il modo in cui Diana le reinventa, mettendo corpo e anima in ogni singola sillaba». Guarda la gallery  Diana, che torna così sulle scene dopo l’album “Glad Rag Doll”, del 2012, racconta così la collaborazione con Foster: «È stata una piacevole novità trovarmi nella cabina di registrazione, con la sola compagnia del magnifico accompagnamento per pianoforte di David e dei suoi arrangiamenti per orchestra. Tante delle canzoni di “Wallflower” erano quelle con cui sono cresciuta, le ascoltavo alla radio o dai vinili che c’erano in casa. Le cantavo da anni. Ho soltanto avuto bisogno dei testi per essere sicura di cantare le parole esatte. Ascoltavo tutto il tempo Bryan Adams, amavo Linda Ronstadt e avevo un poster di Peter Frampton nella mia cameretta. Ero una tipica adolescente che usciva con i suoi amici, non ascoltavo jazz tutto il tempo». L’album vanta anche un inedito composto da Paul McCartney, “If I Take You Home Tonight” e un duetto con Bryan Adams (autore anche delle foto ufficiali di Diana) in cui i due artisti eseguono “Feels Like Home”, noto brano dello stesso Adams. Guarda Diana al piano per alcuni momenti di "California Dreamin'" Guarda Diana al piano per alcuni momenti di "Don't Dream It's Over" Guarda Diana al piano per alcuni momenti di "I'm Not In love"