WEB RADIO

RMC Marine
 
RMC New Classics
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC 90
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Hits
 
RMC Great Artists
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Festival
 
Radio Bau & Co
 
RMC Italia
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC 80
 
rmc
 
Monte Carlo Nights Story
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Zucchero
 
RMC Duets
 
RMC Love Songs
 
MC2
 
Music Star Coldplay
 

Scottature, che problema

Rossori cutanei, bolle, bruciature: ecco tutto quel che c’è da sapere per evitarli

Scottature, che problema

L’estate è per alcune persone una stagione difficile, a causa del sole che picchia implacabile e provoca spesso scottature indesiderate. Una delle ragioni per cui è bene scegliere una protezione solare e applicarla frequentemente è proprio per evitare i danni dovuti ai raggi UV, nemici dell’epidermide.

Ma a prescindere dalle raccomandazioni generali, vi sarete sicuramente chiesti perché a qualcuno capita di scottarsi e ad altri non è mai successo: ecco una spiegazione.

Come ci si scotta?

Sia la bruciatura che l’abbronzatura sono reazioni di difesa alle radiazioni ultraviolette. La differenza è che quando ci si scotta significa che la pelle non ha sufficienti difese per proteggersi dal sole troppo a lungo. Il rossore è il primo segnale d’allarme che la pelle invia.

Quando è più probabile scottarsi?

Tra le 10 del mattino e le due del pomeriggio, con un picco di rischio massimo a mezzogiorno.

Qual è la reazione della pelle?

Produce melanina che assorbe i raggi UV per trasformarli in calore.

Perché la pelle diventa rossa?

I raggi UVB, a causa del loro elevato livello di energia, danneggiano il DNA delle cellule dello strato basale dell’epidermide. Le cellule potrebbero così essere soggette a una pericolosa azione mutagena. Per scongiurarla, l’organismo innesca la morte programmata (apoptosi) delle cellule danneggiate. Quando una cellula muore, il corpo manda più sangue nell’area dove si è verificata la perdita, come reazione al danno.

Perché le bolle e le spellature?

Le bolle piene di liquido si formano quando siamo molto scottati come strato extra di protezione. Le spellature sono cellule che hanno raggiunto la… “data di scadenza”. Hanno terminato il loro ciclo vitale.

Perché qualcuno si scotta e qualcun altro no?

Tutti corrono lo stesso rischio se si espongono al sole troppo a lungo. Ma le persone più scure di carnagione hanno un livello naturalmente più elevato di melanina nel corpo, aumentando la capacità della pelle di difendersi dai raggi dannosi.

Ma i fototipi più chiari possono sviluppare una tolleranza al sole?

Sì, con un metodo molto semplice che non ha nulla a che vedere con pastiglie o lampade: semplicemente, costruendo melanina a poco a poco. Basta iniziare con brevi esposizioni al sole, prolungandole via via di settimana in settimana, esponendosi sempre con protezione solare.

In Evidenza