WEB RADIO

Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Great Artists
 
RMC Hits
 
RMC Duets
 
Radio Bau & Co
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC Italia
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC New Classics
 
Radio Festival
 
RMC Marine
 
rmc
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Music Star Giorgia
 
Radio Kay Kay
 
RMC 90
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Zucchero
 
RMC Love Songs
 
MC2
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC 80
 
Music Star Coldplay
 

5 suggerimenti utili per proteggersi dal sole e dai melanomi

Durante l'estate è fondamentale proteggere la nostra pelle, curandola e proteggendola con i mezzi giusti. La salute viene prima di tutto!

Come prendere il sole

Il sole è per definizione fonte di vita ed energia, indispensabile apporto naturale di vitamina D e necessario per un corretto sviluppo del nostro organismo. Ciò nonostante siamo tutti a conoscenza dei rischi che oggi si corrono se non si sceglie una corretta esposizione al sole.

Questo vuol dire che con piccoli ma importanti accorgimenti è possibile mantenere la pelle in buona salute e lontana da rischi, senza rinunciare al colorito sexy di un’abbronzatura dorata.

Ecco i nostri consigli per una corretta e sana esposizione al sole, in accordo con AIM Melanoma, l’associazione per la prevenzione contro il Melanoma:

Fattore 1: crema/spray protettiva

Per chi ha una pelle molto chiara è consigliabile utilizzare una crema ad alto fattore di protezione (tra i 30 e 50). Dopo che la pelle ha preso un po’ di colorito e nel caso in cui non si sia verificato nessun rossore o eritema, si può passare a una protezione media, tra i 15 ed i 20. Ricordatevi di evitare assolutamente l’esposizione al sole se avete messo il profumo e indossate subito un cappello o una maglia se sentite la pelle tirare. Per scegliere il tipo di crema più adatto alla vostra pelle potete chiedere consiglio al vostro farmacista o beauty therapist.

Fattore 2: un abbigliamento adatto

Per chi ha la pelle troppo sensibile o in generale per i bambini, è sempre consigliabile proteggersi con abiti di tessuto a trama fitta, possibilmente di colori come il rosso o blu, che riparano maggiormente di quelli bianchi. Esistono delle linee di abbigliamento specifiche e a norma contro l’esposizione ai raggi UV (sistema di normativa UNI EN 13758) che attribuiscono diversi gradi di capacità protettiva agli indumenti esattamente come avviene per le creme solari.

Per i più piccoli è bene ricordare che la crema e gli indumenti protettivi dovrebbero essere utilizzati anche sotto l’ombrellone. L’ombra infatti non garantisce una protezione totale, essendo comunque soggetta al riflesso dei raggi solari (l’erba restituisce il 3% degli UV che le arrivano, la sabbia dal 5 al 25%, la neve dal 30 all’80% e l’acqua dal 5 al 90%).

Fattore 3: il buonsenso

Utilizzando il buonsenso non si sbaglia mai. Evitate pertanto l’esposizione al sole durante le ore più calde del giorno (tre le 11 e le 16). Ricordatevi di spalmare la crema almeno 15 minuti prima di esporsi al sole e di ripassarla ogni 2 ore o più se si fa il bagno. La quantità minima necessaria in condizioni normali dovrebbe essere di circa 6 cucchiai pieni. Evitate di riutilizzare tubi di crema iniziati l’estate precedente: le creme infatti possono scadere, soprattutto se non vengono conservate in frigo dopo l’apertura e visto il tempo che trascorrono in borse lasciate al sole per ore intere è difficile reggano anche solo una stagione.

Fattore 4: occhiali da sole

Spesso quando si prende il sole ci si dimentica di come questo possa danneggiare anche gli occhi e la retina. Gli occhiali da sole sono pertanto essenziali in una diretta esposizione al sole. Ecco perché sconsigliamo altamente di usare occhiali giocattolo per i vostri bambini. I loro occhi sono preziosi e delicati e  meritano la stessa attenzione dei vostri.

Fattore 5: evitare le lampade abbronzanti

È risaputo che le lampade accrescono il rischio di invecchiamento della pelle e problemi come eritemi, arrossamenti, irritazioni o addirittura tumori. Sappiate che i dermatologi e le associazioni mondiali più autorevoli in materia consigliano di limitare il più possibile il numero di trattamenti estetici a radiazioni UV, vietandoli proprio per i minorenni, in quanto dannosi per gli organismi in fase di sviluppo. Se proprio non potete resistere alla tentazione, assicuratevi di scegliere con cura il vostro centro solare/estetico. Da un’inchiesta della Commissione UE del 2004 risulta infatti che molte delle lampade presenti in Italia non sono conformi alle normative di sicurezza UE.

Mi raccomando, proteggiti dal sole, è importante!