WEB RADIO

Music Star Pino Daniele
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC Love Songs
 
Radio Festival
 
MC2
 
Music Star Giorgia
 
RMC 90
 
RMC Marine
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC New Classics
 
rmc
 
RMC Great Artists
 
Music Star Coldplay
 
Radio Kay Kay
 
RMC Italia
 
RMC Hits
 
Radio Bau & Co
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Duets
 
Music Star Zucchero
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC 80
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 

Ecco come migliorare la memoria in soli 40 secondi!

Un

Il trucco per migliorare la memoria in soli 40 secondi!

Sia per chi non ricorda mai nulla, neppure dopo 5 minuti, sia per chi magari è alle prese con gli esami universitari e deve tenere a mente un gran numero di concetti, l’idea che esista un metodo per incrementare la propria memoria è quanto mai allettante.

La nostra capacità di memorizzazione, infatti, non è innata come molti pensano, ma è come un vero è proprio muscolo che possiamo allenare per migliorarne le prestazioni.

Per farlo, e in breve tempo, il dott. Chris Bird, dell’Università del Sussex ha effettuato una ricerca su due gruppi di suoi studenti volontari. A entrambi ha fatto visionare dei video su Youtube, ma, mentre al primo gruppo ha mostrato i video in una sequenza continua, al secondo ha interrotto la visione dopo ogni filmato, invitando i ragazzi a “ripassare” tutta la sequenza nella propria mente per 40 secondi, prima di riprendere la visione.

Dopo una settimana tutti i ragazzi sono stati riconvocati e il dott. Bird ha chiesto loro cosa si ricordassero dei videoclip visionati sette giorni prima, elencando tutti i dettagli che riuscivano a riportare alla mente. Inoltre, durante questa analisi è stata anche impostata una scansione dell’attività cerebrale degli studenti, per valutare le funzionalità delle aree del cervello predisposte a regolare i processi legati alla memoria.

Il risultato è consistito (ovviamente) in una migliore accuratezza nel ricordare i particolari per i membri del secondo gruppo, quelli che si erano fatti il ripassone mentale. Per di più, la loro attività nelle aree cerebrali connesse all’attività mnemonica è risultata più intensa.

Tutto questo per dimostrare quanto la memorizzazione sia un processo più attivo di quanto si possa immaginare, che “perdere” un po’ di tempo per ripassare i dettagli nella mente, “ricomponendo” mentalmente tutti gli stimoli a cui si è sottoposti, può essere un valido aiuto per allenare e migliorare la nostra capacità menmonca.