I 5 metodi più sani per cuocere gli alimenti

Per rinunciare ai grassi ma non alla velocità

I 5 metodi più sani per cuocere gli alimenti

Rinunciare ai grassi ma non al gusto, cuocendo in modo veloce e semplice

Mangiare bene significa tenere sotto controllo calorie e macro nutrienti, senza rinunciare alle ricette più gustose ed evitando i grassi in eccesso. Molto spesso infatti non si tiene conto delle sostanze nocive che determinate cotture sprigionano e dell’alto quantitativo calorico che forniscono. Ecco cinque metodi sani per cuocere i cibi e gli alimenti migliori con cui utilizzarli.

1. Cottura al vapore: semplice e veloce, preserva meglio i nutrienti rispetto a tutti gli altri metodi (eccetto la cottura a microonde) e riduce al minimo l’utilizzo di grassi, dando un taglio netto alle calorie extra. E’ perfetta per il pesce perché non ne asciuga la delicata carne, per le zucchine, gli asparagi, le pere e il petto di pollo. Per insaporire gli alimenti, il sale è poco utile in quanto evaporerebbe molto in fretta: meglio preferire del succo di limone, per evitare anche un eccesso di sodio.

2. Wok: non è necessario dotarsi della speciale padella, ma va tenuto a mente che questo tipo di cottura si basa su alte temperature per brevissimo tempo. Gli alimenti vanno tagliati in piccoli pezzi, che saranno cotti velocemente, mescolati continuamente e infine conditi con meno di un cucchiaino di olio. I migliori candidati sono broccoli, cavoli, funghi, maiale, gamberi e pollo.

3. Calore diretto: a differenza della cottura alla griglia, in cui gli alimenti si trovano al di sopra della fonte di calore, in questo caso si trovano sotto la fonte di calore. Basta inserirli nella parte più alta del forno, per una cottura a secco che non richiede aggiunta di altre sostanze. Gli alimenti migliori sono il salmone, pesce più oleoso e quindi poco predisposto a seccare, il manzo, il mais e la zucca. Per un sapore extra, marinare questi alimenti un’ora prima di cuocerli.

4. Microonde: si basa sull’utilizzo del vapore e consente di cuocere eliminando totalmente i grassi e conservando intatti i nutrienti. Tutta la verdura in generale, barbabietole e ravanelli sono ideali, ed è importante utilizzare contenitori in vetro, ceramica o plastica per contenitori alimentari per evitare il passaggio di sostanze tossiche dal contenitore al contenuto. Un trucco: se tagliati, patate e ravanelli cuociono in quattoridici minuti, gli spinaci in tre, i cavolfiori e i broccoli in sei. Con una mela tagliata, cosparsa di cannella e zucchero, si ottiene poi un’ottima salsa di mele.

5. Cottura a pressione: richiedendo poco tempo e acqua, mantiene intatti vitamine e minerali; il vapore all’interno crea il liquido di cottura, rendendo superfluo l’olio. Le verdure richiedono tre minuti, il riso cinque, il pollo quindici. Carciofi, agnello, risotti, fagioli e zuppe sono gli alimenti ideali.

 

Now on air