Gianna Nannini

NUOVA MUSICA ITALIANA

GIANNA NANNINI
Dio è morto

Nuova musica italiana consigliata da Beppe Cuva

Chitarre distorte, beat in fiamme, ma con l’apporto di un coro polifonico misto, i Metro Voices, a colorare di epica quello che è il primo capolavoro della "canzone di protesta" all'italiana, firmata Francesco Guccini e lanciata dai Nomadi nel Cantagiro del 1967. Censurata dalla Rai, fu invece promossa dalla Radio Vaticana in anni post Concilio Vaticano II. “Ho visto” (riferito all”I saw” di Howl, del poeta beat Allen Ginsberg), è il verso chiave che la regge tutta. «Ho aperto gli occhi, ho visto! Quando penso a ieri e a come mi sono calata in studio dentro “Dio è morto” » - scrive Gianna Nannini durante la lavorazione del disco - «Mi è sembrato di rivivere in un solo testo tutto quello per cui mi sono votata al rock, come una fede, non per abitudine e non per sfuggire alla paura».

Now on air