Come scegliere la frutta secca

RMC DOC- Starbene

Come scegliere la frutta secca

Fa bene alla salute ed è ricca di vitamine e minerali. Ecco come sceglierla

Un tempo non molto lontano, la frutta secca era bandita da qualsiasi dieta. Oggi non è più così. I nutrizionisti ci hanno spiegato che possiamo mangiare tranquillamente, o quasi, noci, mandorle, nocciole e pistacchi perché fanno bene alla salute. Per assicurarci davvero i loro benefici, però, dobbiamo scegliere quelli giusti. È fondamentale che la frutta secca in guscio, semi oleaginosi compresi (quindi di zucca, di lino, di girasole), siano al naturale, cioè non salati, non tostati, non zuccherati o caramellati.

Al momento dell’acquisto dobbiamo scegliere sacchetti con frutti interi, preferibilmente confezionati di recente. Solo così saremo certi di rifornirci davvero di vitamine (E e del gruppo B), di minerali (tra cui potassio, magnesio, zinco, calcio e ferro), di acidi grassi essenziali, di fibre e di altri principi nutritivi importanti. Ovviamente non dobbiamo esagerare. Si tratta di alimenti calorici. Per questo l’ideale è consumarne 25-30 grammi al giorno, che corrispondono più o meno a una manciata.
Simona Barbieri

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air