Danni del fumo di sigaretta sulla pelle

RMC DOC- Starbene

Danni del fumo di sigaretta sulla pelle

Rughe profonde, colorito spento, perdita di elasticità: i danni provocati alla pelle dal fumo di sigaretta

Il tema di oggi sono i danni del fumo di sigaretta sulla pelle. I danni provocati dal fumo sulla pelle colpiscono molto di più le donne rispetto agli uomini, perché le donne sono geneticamente più predisposte alle rughe, spesso anche a causa di prodotti abbronzanti senza adeguata protezione e cosmetici troppo aggressivi che favoriscono un invecchiamento precoce della pelle.

Un’accanita fumatrice si può riconoscere dalla cosiddetta “smokers face”. Il colore della pelle è molto pallido, a volte tendente al grigio, il tono perde gran parte della propria elasticità. La comparse di rughe profonde accade in tempi relativamente brevi, mentre l’idratazione naturale della pelle e la sua ossigenazione diventano sempre più difficili.

Rughe marcate, comparsa di macchie o arrossamenti localizzati sono soltanto alcune delle conseguenze di una dipendenza dalla nicotina. Inoltre, aspirando il fumo, si contraggono i muscoli del labbro superiore creando le antiestetiche rughe del fumatore, dette anche “codice a barre”. La perdita di tono delle guance diventa sempre maggiore con il passare del tempo. L’assorbimento del fumo induce un’alterazione delle fibre elastiche localizzate nel derma. Uno studio recente ha dimostrato che i fumatori, fra 40 e 49 anni, presentavano la stessa densità di rughe dei non-fumatori di vent’anni più anziani.

Maria Bucci

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air