La prima visita oculistica: tutto quel che c'è da sapere

RMC DOC- Starbene

La prima visita oculistica: tutto quel che c'è da sapere

Quando e come sottoporre i bambini alla prima visita oculistica

Il 6% dei bambini tra i 3 e i 6 anni ha già qualche disturbo alla vista. A che età si deve quindi fare la prima visita oculistica? I nostri esperti consigliano prima dei 2 anni. Quando, attraverso giochi con le luci e con immagini colorate, lo specialista può già escludere l’astigmatismo, l’occhio pigro e lo strabismo, ma anche patologie più gravi: dalle anomalie dell’iride e della parte anteriore dell’occhio, alla cataratta congenita parziale.

Se non ci sono problemi, il controllo successivo deve avvenire verso i 6 anni. Meglio se dopo un paio di mesi dall’inizio della prima elementare, quando, conoscendo già l’alfabeto, un bambino può distinguere le lettere sulla tavola ottometrica. Ovviamente ci sono casi in cui occorre recarsi dall’oculista prima del tempo: se il piccolo tende ad avvicinare gli oggetti agli occhi, non riconosce le persone da lontano, guarda la tv da molto vicino, strizza gli occhi o piega la testa di lato ed è troppo sensibile alla luce.

Sabrina Barbieri

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air