Equivalenza dei cereali

RMC DOC- Starbene

Equivalenza dei cereali

La bella notizia: i carboidrati non vanno demonizzati!

In molti si stupiscono del fatto che in una dieta sana e salutare vengano prescritti i carboidrati in tutti i pasti: colazione, pranzo e cena.

Ciò non solo è corretto ma è doveroso in quanto questi nutrienti sono la fonte energetica principale per tutte le nostre cellule e quindi il 60% della quota calorica giornaliera deve essere attribuita a loro.

Personalmente io lascio ai miei pazienti la possibilità di scegliere ad ogni pasto il tipo di cereale preferito.
Mi spiego meglio: è vero che la pasta, il riso, il pane (per citare le fonti carboidratiche utilizzate più frequentemente) hanno un potere calorico diverso (ad esempio il riso apporta in media 350 calorie ogni 100 grammi mentre il pane è sicuramente meno calorico), ma se vogliamo fare vera educazione alimentare, ossia  se vogliamo che una persona impari ad alimentarsi bene non possiamo prescindere dal piacere che un soggetto può trarre dallo scegliersi gli alimenti in base alle sue preferenze. 

In pratica la differenza calorica tra i vari cereali "spalmata" nel tempo si annulla mentre quello che resta è l'aver imparato ad inserire correttamente i cibi nei pasti. 
Ricordiamo che l'abbinata carboidrato-proteina non solo è nutrizionalmente salutare ma ci dà la giusta sazietà e di conseguenza ci aiuta ad allontanare il senso di fame tra un pasto e l'altro.

Provare per credere. Buon cibo a tutti! 

Carla Lertola

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air