Come la menopausa influisce sulla pelle

RMC DOC- Starbene

Come la menopausa influisce sulla pelle

La perdita di elasticità e idratazione può essere contrastata. Ecco come

La menopausa è un processo complicato che tutte le donne sopportano quando raggiungono l'età media. Durante la menopausa uno dei colpevoli dell'invecchiamento accelerato della pelle è la diminuzione del B-Estradiolo.

La diminuzione degli estrogeni porta la pelle a perdere fino al 30% del collagene nei primi cinque anni dopo la menopausa. Questo rende la pelle più sottile, meno elastica, più rugosa e meno idratata. La somministrazione di estrogeni potrebbe essere una soluzione, ma oggi solo il 10% delle donne in menopausa la impiega correttamente. In alternativa alla terapia farmacologica sostitutiva si è rivelata utile la somministrazione di fitoestrogeni, composti vegetali ad azione estrogeno-simile, come gli isoflavoni oppure il resveratrolo.

Interessante si è rivelata, anche, la somministrazione di acidi grassi polinsaturi Omega-3 ed Omega-6, utile per contrastare la secchezza della pelle e delle mucose. Ovviamente una dieta variegata e sana, ricca in vitamine, minerali e oligoelementi è un toccasana per la bellezza della pelle, ma a volte non basta. Sono perciò utili gli integratori alimentari per fornire nutrienti come l’acido ialuronico, il collagene, lo zinco, il selenio, la vitamina C, e D, i polifenoli, che a fatica si assumono con la normale alimentazione.

Maria Bucci

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air