Le creme antirughe funzionano davvero?

RMC DOC- Starbene

Le creme antirughe funzionano davvero?

I cosmetici di nuova generazione hanno un’efficacia maggiore e una particolare specificità di azione

I cosmetici di oggi contengono numerosi attivi funzionali in grado di modulare i meccanismi dell’invecchiamento e utilizzano attivi “hi tech” di nuova generazione in grado di agire attraverso meccanismi molto selettivi. Si può tranquillamente affermare che i cosmetici di nuova generazione non solo hanno un’efficacia maggiore, ma soprattutto hanno una particolare specificità di azione.

Oggi abbiamo a disposizione cosmetici formulati, per esempio, con micropeptidi, altamente specifici, capaci non solo di attraversare l’epidermide, ma addirittura di stimolare, in maniera mirata, i fibroblasti a sintetizzare una maggiore quantità di collagene naturale. Questi micropeptidi sono denominati peptidi biomimetici e rappresentano una vera innovazione nella nuova generazione high-tech. Già a 20 anni bisognerebbe usare una crema base idratante 24h per evitare la disidratazione, responsabile della comparsa delle prime rughe e dei segni d’espressione. Dopo i 30 anni è bene iniziare a usare anche un prodotto anti-rughe per stimolare l’attività cellulare, ritardando così i segni dell’invecchiamento. Verso i 50 anni invece è necessaria una crema per pelli mature con effetto lifting o ridensificante per ridefinire cioè i contorni del viso e sostenere i tessuti.

Maria Bucci

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air