Il ringiovanimento del viso: quali sono le novità tecnologiche?

RMC DOC- Starbene

Il ringiovanimento del viso: quali sono le novità tecnologiche?

Le nuove tecniche per ringiovanire il viso, dalla Radiofrequenza frazionata agli Ultrasuoni microfocalizzati

Il ringiovanimento del viso: quali sono le novità tecnologiche? Le novità più importanti sono alcune nuove tecnologie per l’estetica del viso, in particolare le Onde d’Urto (sono onde acustiche), i Led (sono emissioni di luce con particolari lunghezze d’onda), la Radiofrequenza frazionata e gli Ultrasuoni microfocalizzati.

I primi tre sono trattamenti che si eseguono a cicli di 4-8 sedute in ambulatorio senza dolore e che sono in grado di stimolare un rinnovamento e un’attivazione di tutti gli strati cutanei. L’effetto è una pelle più luminosa più tonica, diciamo più “sollevata”. I tessuti non vengono danneggiati, ma è come se venissero sollecitati ad accelerare la loro attività, producendo quindi più collagene e fibre elastiche e rinnovando gradualmente gli strati cellulari della pelle. Gli ultrasuoni microfocalizzati, invece, colpiscono selettivamente le fasce muscolari sottocutanee provocandone una leggera contrazione e, oltre a indurre una nuova produzione di collagene, con aumento del tono cutaneo e un effetto lifting. Per quest’ultima tecnica si richiedono solo 2-3 sedute, ma può essere un pochino doloroso.

Maria Bucci

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air