Perché d’inverno viene voglia di mangiare il cioccolato?

Perché d’inverno viene voglia di mangiare il cioccolato?

Il cioccolato attiva l'ormone del buonumore, particolarmente utile quando la luce è scarsa e fa freddo, come in inverno

In inverno alcune condizioni spingono il nostro organismo verso il cioccolato. Il numero ridotto di ore di luce influisce sul nostro cervello e riduce la produzione della serotonina, l’ormone del buonumore. Il buio che arriva presto ci fa sentire stanchi e assonnati, l’aria che respiriamo è più inquinata. Il cioccolato ci viene in aiuto, perché contiene nutrienti preziosi che aiutano l’organismo a reagire: il triptofano, un aminoacido che il cervello utilizza per produrre la serotonina, per cui l’umore migliora; l’anandamide, che stimola le percezioni sensoriali e induce euforia. Il suo nome, infatti, deriva dal sanscrito “ananda” che significa “beatitudine”; le metilxantine, sostanze simili alla caffeina che hanno il pregio di tenere svegli e di favorire la concentrazione; i polifenoli, potenti antiossidanti che proteggono le cellule dagli inquinanti ambientali.

Quindi, se l’organismo d’inverno ci chiede il cioccolato,  assecondiamolo e senza sensi di colpa, perché i pregi sono tanto più forti quanto più il cioccolato è fondente.

Diana Scatozza

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air