Patata dolce: buona e virtuosa

RMC DOC- Starbene

Patata dolce: buona e virtuosa

Salutare e gustosa: alla scoperta di tutte le sue qualità

L’argomento di oggi sono le patate dolci, o patate americane, che nei supermercati cominciano a trovarsi sempre di più. Hanno una forma e un colore diversi dalle tradizionali patate a pasta bianca, ma soprattutto hanno caratteristiche nutrizionali diverse. Migliori, dicono i nostri esperti.

Tutti i benefici

Secondo una ricerca della Harvard Medical School, le donne che mangiano più patate dolci hanno ridotto del 20 per cento la probabilità di sviluppare un cancro al seno. Merito del buon contenuto di beta-carotene di queste radici tuberose. Le patate americane sono indicate anche per chi soffre di pressione alta per il loro contenuto di potassio, minerale noto per gli effetti anti-ipertensivi. Infine, avendo un indice glicemico più basso, più fibre e meno calorie rispetto alle patate a pasta bianca aiutano a mantenere il peso giusto. Si possono consumare al vapore, bollite, fritte, al forno, come purea o per fare degli gnocchi, ma tenete presente che bollite o al vapore riducono ancora di più l’indice glicemico, quindi, sono ancora più salutari.

Sabrina Barbieri

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air