Diete sballate e danni permanenti

RMC DOC- Starbene

Diete sballate e danni permanenti

Oggi parliamo di diete sballate e danni permanenti. Nella mia attività clinica ne vedo di tutti i colori. Tutti a dieta... E allora ci sono le diete iperproteiche, che provocano una perdita di peso, ma anche danni epatici e renali, perché naturalmente noi dobbiamo utilizzare quelle proteine per ottenere i carboidrati che ci servono per vivere. Quindi andiamo a creare un affaticamento del fegato e dei reni. Il classico sono le diete ipocaloriche, con le quali riduco l'apporto calorico quotidiano. Con questa riduzione ho anche una riduzione del metabolismo, una riduzione dell'attività tiroidea, una riduzione surrenale (quindi l'umore che scende), una riduzione delle funzioni sessuali, una riduzione della massa muscolare. Se questo è l'obiettivo, ditemi voi...

Poi ci sono le diete mono cibo: la dieta dell'ananas, del fantino, del minestrone. Queste generano carenze nutrizionali, intolleranze alimentari, squilibri. Una dieta dev'essere normocalorica e normoproteica, cioè con la giusta quantità di calorie e di proteine e deve prevedere anche una regolare attività fisica. Senza questi tre cardini nessuna dieta può funzionare.

Luca Speciani

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air