WEB RADIO

RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC New Classics
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Marine
 
RMC Italia
 
Music Star Coldplay
 
RMC Hits
 
RMC Love Songs
 
RMC 80
 
Radio Bau & Co
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Giorgia
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Kay Kay
 
RMC Great Artists
 
RMC 90
 
MC2
 
RMC Duets
 
rmc
 
Music Star Zucchero
 
Radio Monte Carlo FM
 
Radio Festival
 

RMC DOC- Starbene

Coach e pseudo-coach

I consigli per trovare il coach ideale

Coach e pseudo-coach

Non riuscire ad allenarci senza che qualcuno ci spinga a frustate a farlo è segno che dobbiamo andare a caccia di un trainer cattivo. Nel carattere, non nelle capacità. Ma se la nostra voglia di “workout” palestraro è uguale a zero, nemmeno il miglior coach del mondo potrà aiutarci. Cambiare sport potrebbe essere una buona soluzione. Fatta questa premessa, il personal trainer è un essere dotato di capacità tecniche, pazienza e un'attitudine quasi esoterica a leggere la mente. Il che non vuol dire essere chiromante, ma interpretare la nostra espressione facciale davanti a un esercizio sperimentale o a una nuova scheda d'allenamento. Senza questi pre-requisiti, la strada che potremo percorrere senza l'assistenza del Buon Samaritano sarà impervia.

Le tipologie di coach

In alcuni centri fitness vi sono personal trainer che tolgono letteralmente i pesi dalle mani dei loro allievi per rimetterli a posto. Equazione: i pesi stanno all’allievo in palestra come il quaderno sta al maestro di scuola. L’insegnante che ripone il quaderno nella cartella dell’alunno stanco è ridicolo. Così, ogni buon trainer dovrebbe dare ordini e non riceverli. Molti frequentatori di palestre segnalano, inoltre, d'essere costretti a spostarsi perché ogni volta che un personal trainer prende possesso dell’attrezzo chiede la precedenza assoluta. Molte palestre, purtroppo, ricevono una “quota-locazione” da parte dei trainer per cui le parti s’invertono nel senso economico del termine. In pratica, il datore di lavoro è l’istruttore, con i maldestri comportamenti che ne conseguono: appropriarsi di un attrezzo è la triste conseguenza di chi lascia al parco istruttori la facoltà di fagocitare business. E clienti. Ma le cose così non funzionano, perciò ecco i suggerimenti per chi vuole districarsi nelle palestre:

1)   il trainer migliore è quello che ascolta, non quello che parla;

2)   una persona che ci allena non può capire meglio di noi quale sia il nostro workout migliore. Anche il miglior psichiatra del mondo ha il suo analista;

3)   I coach famosi che seguono Brad Pitt o Madonna non sono i miglori personal trainer del mondo ma sono prestigiosi perché... Seguono clienti prestigiosi;

4)   il trainer perfetto è quello che una volta ogni tanto si allena col proprio cliente.

Roberto Romano

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto