WEB RADIO

Music Star Zucchero
 
RMC Great Artists
 
Music Star Pino Daniele
 
Radio Monte Carlo FM
 
Radio Kay Kay
 
RMC Love Songs
 
RMC Italia
 
Radio Festival
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Bau & Co
 
Music Star Jovanotti
 
rmc
 
MC2
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC Duets
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Coldplay
 
RMC 80
 
RMC New Classics
 
RMC Marine
 
Music Star Giorgia
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Hits
 
RMC 90
 

RMC DOC- Starbene

Coach e pseudo-coach

I consigli per trovare il coach ideale

Coach e pseudo-coach

Non riuscire ad allenarci senza che qualcuno ci spinga a frustate a farlo è segno che dobbiamo andare a caccia di un trainer cattivo. Nel carattere, non nelle capacità. Ma se la nostra voglia di “workout” palestraro è uguale a zero, nemmeno il miglior coach del mondo potrà aiutarci. Cambiare sport potrebbe essere una buona soluzione. Fatta questa premessa, il personal trainer è un essere dotato di capacità tecniche, pazienza e un'attitudine quasi esoterica a leggere la mente. Il che non vuol dire essere chiromante, ma interpretare la nostra espressione facciale davanti a un esercizio sperimentale o a una nuova scheda d'allenamento. Senza questi pre-requisiti, la strada che potremo percorrere senza l'assistenza del Buon Samaritano sarà impervia.

Le tipologie di coach

In alcuni centri fitness vi sono personal trainer che tolgono letteralmente i pesi dalle mani dei loro allievi per rimetterli a posto. Equazione: i pesi stanno all’allievo in palestra come il quaderno sta al maestro di scuola. L’insegnante che ripone il quaderno nella cartella dell’alunno stanco è ridicolo. Così, ogni buon trainer dovrebbe dare ordini e non riceverli. Molti frequentatori di palestre segnalano, inoltre, d'essere costretti a spostarsi perché ogni volta che un personal trainer prende possesso dell’attrezzo chiede la precedenza assoluta. Molte palestre, purtroppo, ricevono una “quota-locazione” da parte dei trainer per cui le parti s’invertono nel senso economico del termine. In pratica, il datore di lavoro è l’istruttore, con i maldestri comportamenti che ne conseguono: appropriarsi di un attrezzo è la triste conseguenza di chi lascia al parco istruttori la facoltà di fagocitare business. E clienti. Ma le cose così non funzionano, perciò ecco i suggerimenti per chi vuole districarsi nelle palestre:

1)   il trainer migliore è quello che ascolta, non quello che parla;

2)   una persona che ci allena non può capire meglio di noi quale sia il nostro workout migliore. Anche il miglior psichiatra del mondo ha il suo analista;

3)   I coach famosi che seguono Brad Pitt o Madonna non sono i miglori personal trainer del mondo ma sono prestigiosi perché... Seguono clienti prestigiosi;

4)   il trainer perfetto è quello che una volta ogni tanto si allena col proprio cliente.

Roberto Romano

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto