Natale si avvicina: è possibile conciliare la convivialità e il controllo del peso?

RMC DOC- Starbene

Natale, tempo di cene e feste: è possibile conciliare la convivialità e il controllo del peso?

Ecco come non rinunciare alle tentazioni e mantenersi in linea

Purtroppo, il Natale inizia con l’Immacolata e finisce con l’Epifania, almeno dal punto di vista alimentare. È un periodo costellato di aperitivi e di cene con gli amici e i colleghi, poi arrivano i giorni della vigilia, del Natale, di Santo Stefano, e poi ci sono i pasti con gli avanzi. Insomma, è un periodo di convivialità e di tentazione alimentare.

I consigli utili

E’ possibile, tuttavia, evitare di aumentare o, almeno, limitare l’aumento di peso, con alcuni accorgimenti tra una cena e l’altra: tè verde e due fette biscottate integrali per colazione, un cappuccino per spuntino, petto di pollo ai ferri con verdura cotta e una fettina di pane integrale per pranzo, un tè a merenda e un minestrone liquido per cena. Usiamo solo un cucchiaino da tè di olio per ogni pasto, evitiamo lo zucchero e il sale e beviamo almeno un litro e mezzo di acqua a digiuno e nella prima parte della giornata. Un errore da evitare: saltare la colazione o il pranzo, è controproducente perché aumenta la sensazione di fame. 

Diana Scatozza

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air