La couperose è una questione di estetica?

RMC DOC- Starbene

La couperose è una questione di estetica?

L'arrossamento cronico del viso nasconde problemi da affrontare con il dermatologo

La couperose è in realtà il segno di un problema: perché l’arrossamento improvviso del volto che compare negli sbalzi di temperatura, il “flushing”, può diventare permanente, e trasformarsi in eritrosi, situazione in cui i capillari sanguigni sono dilatati e congestionati in modo cronico, e danno al viso un aspetto rubicondo. Couperose ed eritrosi sono le manifestazioni iniziali della rosacea, affezione della pelle in cui, sulle zone arrossate, si aggiungono papule e pustole. Le cause della couperose e rosacea sono molteplici, e in buona parte sconosciute. È possibile trattare l’eritrosi con diverse sedute di luce ultrapulsata, mentre i capillari più vistosi si possono “chiudere” con il laser Nd:YAG. Il ricorso al dermatologo è indispensabile naturalmente nel caso di rosacea, che richiede cure mediche: l’eruzione infatti può essere legata alla presenza di un batterio presente nei follicoli della pelle, il Demodex; e in altri casi alla presenza nello stomaco di un altro batterio, l’Helicobacter Pylori.

Maria Bucci

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air