Il passaggio all’ora solare influisce sull’alimentazione?

Il passaggio all’ora solare influisce sull’alimentazione?

Il cambio d'ora può causare spossatezza e aumento dell'appetito

Quando torna l’ora solare, le ore di luce naturale nella giornata si riducono. La luce del sole influenza la produzione degli ormoni e dei neurotrasmettitori che seguono un ritmo circadiano, cioè che sono prodotti in maniera diversa a seconda che ci sia la luce o il buio: in particolare, il cortisolo, che regola il metabolismo, la melatonina, che regola il ritmo sonno-veglia, e la serotonina, chiamata l’ormone del buonumore perché migliora il tono dell’umore. Pertanto, il periodo di transizione può causare problemi come la riduzione del tono dell’umore, l’insonnia, e spossatezza, stanchezza, irritabilità. Per questo, in autunno può aumentare il desiderio di cibi che aumentano il livello di serotonina e che regolano la produzione di cortisolo, come il cioccolato, la pasta e gli altri cereali.

Quindi, per stare bene e passare all’ora solare senza scossoni negativi, è importante rispettare i messaggi dell’organismo assecondando il gusto, ma con moderazione, per tenere sotto controllo anche il peso.

Diana Scatozza

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air