Fame reale e fame emotiva: come distinguerle?

Fame reale e fame emotiva: come distinguerle?

I consigli per riconoscere i veri stimoli della fame

La fame emotiva ha diversi nomi, fame nervosa, fame da stress o fame psicologica, e ha  come base l’ansia. I motivi possono essere molti: preoccupazioni, insoddisfazione, solitudine, noia, rabbia. Quando ci si alimenta in risposta alla fame emotiva, è come se non si riuscisse a distinguere i segnali che sono utili per la sopravvivenza da quelli che non lo sono. La fame biologica, invece, è la fame autentica, che conduce all’assunzione di cibo in quantità utile a raggiungere la sazietà.

Quindi: la fame fisiologica nasce piano e aumenta gradualmente, è più sopportabile della fame emotiva ed è un bisogno concreto dell’organismo che, una volta soddisfatta la necessità, interrompe lo stimolo e comunica sazietà. La fame emotiva scoppia all’improvviso con un’elevata intensità, è poco sopportabile, perché richiede un’immediata soddisfazione con il cibo, ed è più difficile da calmare, perché deriva da un bisogno psicologico e il suo impulso continua fino all’esaurimento della fonte di natura emotiva che l’ha scatenata.

Diana Scatozza

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air