Allenamento e postura

Allenamento e postura

Come ottenere un postura perfetta

Oggi parliamo di allenamento e postura. Un buon trainer traccia un piano di esercizi che tenga conto di un fisico da modificare, in un senso o nell'altro. Per fare un esempio, le persone curve in avanti non devono insistere sull'allenamento dei pettorali, donna o uomo non fa differenza. Sul fronte opposto, i soggetti che presentano una curvatura lombare accentuata, cioè presentano spalle troppo arretrate, non devono esagerare con lo sviluppo dei muscoli della bassa schiena, che avrebbe un effetto di tiraggio eccessivo all'indietro.

L'allenamento ideale

Per farla breve, senza calibrare il programma si finirà per peggiorare la nostra postura. Ciò nonostante, nell'allenamento con i pesi in palestra tutti insistono a sviluppare muscoli che si vedono, o meglio, che si vedono di più allo specchio, ritrovandosi con pettorali ipertrofici e sempre più curvi in avanti. La parte posteriore del busto viene solitamente messa in secondo piano, ma il primo muscolo da tenere in forma per la postura è da tutt'altra parte, ed è il gluteo, che sostiene la bassa schiena, che a sua volta regge la parte alta del dorso, su cui poggiano le spalle. Basta concentrarsi dunque sulle estremità di questo magico ponte gluteo-spalle, per far quadrare il cerchio e ottenere una postura perfetta. Persino esagerare nell'allenamento degli addominali con troppo peso tenderà a rendere più curve in avanti le persone che sono già in atteggiamento posturale cifotico.

Roberto Romano

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air