Saltare i pasti fa dimagrire?

RMC DOC - Starbene

Saltare i pasti fa dimagrire?

Non consumare un pasto fa bene o male? Finalmente la verità

Saltare i pasti in modo regolare comporta per il fisico uno stato di forte privazione ripetuto nel tempo e innesca meccanismi di autodifesa che provocano l'effetto opposto, ossia ingrassare. Perché? Il calo glicemico dovuto al digiuno, oltre a provocare debolezza, stimola nel cervello un aumento dello stimolo della fame e, in particolare, del desiderio di cibi ricchi di zuccheri. E' molto facile, quindi, incorrere nell'errore di abbuffarsi al pasto successivo. Non solo, è molto probabile che il desiderio di zuccheri spinga a mangiare soprattutto carboidrati e cibi ricchi di calorie, che fanno impennare il conto calorico giornaliero, vanificando il desiderio di dimagrire.

Perdita di massa muscolare

Non solo: saltando i pasti può avvenire un'iniziale perdita di peso, ma questa è dovuta alla perdita di massa muscolare e non grassa. Un periodo di digiuno per il fisico, infatti, equivale alla perdita di nutrienti essenziali e il meccanismo di difesa che ne scaturisce è orientato al recupero di tali sostanze attraverso il consumo delle parti del corpo che le contengono. Solo che nella selezione il corpo umano intacca prima la massa magra, e solo alla fine le riserve di grasso.

In conclusione: evitiamo di saltare i pasti perché quest'abitudine non fa affatto bene alla linea.

Diana Scatozza

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air