Kim Kardashian e Chrissy Teigen

A Cannes niente selfie: lo dice il direttore del Festival

“Ridicoli e grotteschi”: Thierry Fremaux li bandisce dal red carpet

Nemmeno i vari Oscar, Met Ball, MTV Award o Grammy sono stati risparmiati dal fenomeno dei selfie: nonostante i numerosi fotografi infatti, le star hanno postato parecchie foto di sé e dei colleghi durante le cerimonie. Il pubblico, accanito, non risparmia certo click: desideroso di saperne di più sui retroscena degli eventi, ottiene tutte le immagini che desidera e il mondo patinato dei vip diventa alla portata di tutti.

Non per il Festival di Cannes però: nonostante l’autoscatto sia ormai un rituale (e ci sono star come Kim Kardashian che addirittura pubblicano un libro di selfie), il delegato generale del Festival del Cinema della celebre località francese li trova grotteschi e ha ben pensato di rimarcare la sua posizione poco prima dell’apertura dell’evento.

«Non potrai mai essere brutto tanto quanto in un selfie», ha dichiarato Thierry Fremaux. «Non vogliamo certo proibirli, ma limitarli quanto più possibile», ha aggiunto. Lo staff della security ammonirà chiunque sia intento all’autoscatto, senza però confiscare alcun telefono: un piccolo promemoria per ricordare quanto poco brillanti si possa apparire mentre ci si scatta un selfie con una schiera di fotografi davanti.

Un freno alla mania di condivisione, per non trasformare anche un Festival come quello di Cannes in materiale per i social network.

Now on air