WEB RADIO

Music Star Giorgia
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
MC2
 
Radio Festival
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Italia
 
Music Star Coldplay
 
RMC 80
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Zucchero
 
RMC Love Songs
 
RMC Marine
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Pino Daniele
 
rmc
 
Radio Bau & Co
 
RMC 90
 
RMC Great Artists
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC New Classics
 
RMC Duets
 
RMC Hits
 

Radio Monte Carlo è radio ufficiale del Monaco Pavillon per l'EXPO 2015

Expo 2015

È RMC la radio ufficiale del Pavillon Monaco per l'Expo 2015, la grande manifestazione internazionale, dedicata al tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre

Expo

Il Principato di Monaco è presente all’Expo (come voluto da S.A.S. il Principe Alberto II nel 2011) per affrontare il tema della solidarietà e sostenere una nuova idea di condivisione. Lo spazio espositivo del Pavillon Monaco è di 1000 metri quadrati ed è costituito da una serie di container sovrapposti e da una copertura in legno lamellare che rimanda simbolicamente al profilo di una grande tenda (progetto dell’architetto Enrico Pollini).

Expo

A ricoprire la struttura ci sarà sfagno (specie di muschio permeabile) e superfici verdi verticali alimentate da un sistema di raccolta di acqua piovana, per sottolineare il valore dell’innovazione e la propensione verso una nuova sensibilità ecologica. Forte anche la simbologia: il container è il modulo di trasporto più utilizzato nel mondo; la tenda rimanda all’idea di riparo per tutti quei Paesi ai quali il Principato fornisce aiuti; il concetto di madre terra è evocato dal verde e dalle numerose specie di piante che disegnano i contorni dei cinque continenti.

Expo

All’interno, il Monaco Pavillon presenta un percorso interattivo, l’Hangar delle Idee: undici postazioni interattive che illustrano i temi affrontati dal Principato di Monaco, come l’ecologia e il riciclo, la pesca sostenibile, la deforestazione, le problematiche che investono gli oceani e i programmi di cooperazione già avviati in Madagascar, Burkina Faso e Mongolia. L’intera struttura sarà poi smontata e riutilizzata nel Burkina Faso come sede operativa della Croce Rossa.