WEB RADIO

Music Star Coldplay
 
RMC Love Songs
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Zucchero
 
MC2
 
RMC Italia
 
RMC Great Artists
 
Radio Bau & Co
 
Music Star Giorgia
 
Radio Kay Kay
 
Monte Carlo Nights Story
 
rmc
 
RMC Duets
 
RMC 80
 
RMC 90
 
Radio Festival
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC New Classics
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Hits
 
Xmas Radio
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Marine
 
Music Star Pino Daniele
 

Rufus Wainwright: una vita da film

Rufus Wainwright: una vita da film
Rufus Wainwright

L'impresa ha un po' del megalomane, però il materiale non manca… È quel che si può dire del nuovo progetto di Rufus Wainwright, eclettico musicista di origini canadesi. Rufus ha da poco pubblicato un album pop, "Out of the game”, prodotto da Mark Ronson (già al lavoro per Amy Winehouse) con tanto di star come Elena Bonham Carter protagonista del video del primo singolo. Adesso però Rufus sta scrivendo un film musicale dedicato alla propria vita. Il musical dovrebbe intitolarsi "The great white way”e l'artista, come ha dichiarato al magazine Rolling Stone, ha iniziato a scrivere i brani: «Siamo ancora alle fasi iniziali. Il film si basa sulla mia vita, ma non alla lettera. Per essere esatti, sto creando una sorta di Rufus mitico. Parlerò delle mie glorie passate e di finali tragici». Gli spunti non mancano, visto che la vita di Wainwright può definirsi in molti modi, ma mai come noiosa o banale. Figlio di due celebri artisti folk, Loudon Wainwright III e Kate McGarrigle, Rufus dorme i primi tempi in una custodia per chitarre perché i genitori sono in tour e non trovano il tempo di comprare una culla. Già da piccolo Wainwright junior inizia a esibirsi in tournée con la madre, la zia Anna e la sorella minore Martha, tutte musiciste. A quattordici anni, folgorato da un requiem di Verdi, decide di ascoltare solo musica operistica. E così farà per i dieci anni a venire. Violentato e quasi ucciso da uno sconosciuto quando è appena adolescente, si salva fingendosi morto. A metà degli anni Novanta sperimenta tutte le sostanze stupefacenti immaginabili, fino a perdere temporaneamente la vista. Oggi è padre felice di Viva Katherine, figlia che ha avuto dalla sua amica d'infanzia Lorca Cohen (figlia di Leonard Cohen) e in agosto ha intenzione di sposare il fidanzato, il produttore teatrale tedesco Jorn Westbrodt. La sua carriera è costellata da progetti originali, dalla performance in cui interpreta al repertorio di Judy Garland alla Carnegie Hall (show memorabile, replicato anche al Palladium di Londra, all'Opera di Parigi e all'Hollywood Bowl di Los Angeles) all'opera "Prima Donna”, composta in francese per il Metropolitan di New York. Il celebre registra teatrale Robert Wilson gli ha anche commissionato le musiche per un lavoro teatrale ispirato ai sonetti di Shakesepare. Il materiale biografico dunque è vasto e vario, tra musica, arte e gossip, e il film non dovrebbe deludere vecchi e nuovi fan dell'artista. Anche perché, come ha ironicamente dischiarato Rufus: «Frank Sinatra mi ha passato il testimone. Solo che non sapeva che lo stava passando a una regina da opera gay…».

corriere