WEB RADIO

rmc
 
RMC Love Songs
 
RMC 80
 
Radio Bau & Co
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Coldplay
 
RMC Marine
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
MC2
 
Radio Kay Kay
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC New Classics
 
RMC 90
 
RMC Duets
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Hits
 
RMC Italia
 
Radio Festival
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Giorgia
 
Xmas Radio
 
RMC Great Artists
 

Lady Gaga ha scoperto se stessa lavorando con Tony Bennett

Lady Gaga ha scoperto se stessa lavorando con Tony Bennett

I due artisti hanno realizzato insieme l'album "Cheek To Cheek"

Lady Gaga ha scoperto se stessa lavorando con Tony Bennett durante la realizzazione dell'album "Cheek To Cheek" Lady Gaga ha vissuto un viaggio alla scoperta di se stessa nel corso delle registrazioni dell'album “Cheek To Cheek”. La 28enne popstar ha fatto squadra con il leggendario crooner Tony Bennett per realizzare un album jazz, pubblicato proprio in questi giorni. Ora la cantante rende omaggio al collega sostenendo di aver vissuto momenti difficili prima della realizzazione di questo disco e di averli superati proprio grazie a questa collaborazione: «E' stato come una specie di viaggio per me. E alla fine sai chi ho trovato? Una ragazza italiana di 18 anni che era pronta a tutto – ha raccontato al Wall Street Journal – ho scoperto una combattente. O meglio l'ho riscoperta. Nel mondo della musica si passa attraverso tantissime difficoltà, devi affrontare sfide e superare ostacoli. Ma alla fine si esce più forti anche se con una “corazza” indurita. Per questo disco ho dovuto romperla nel tentativo di essere autentica quanto più possibile mentre stavo cantando. A volte per farlo si deve scavare davvero in profondità». La svolta. Il progetto realizzato con Tony Bennett sembra aver dato nuovo slancio alla carriera della cantante di “Applause”, soprattutto dal punto di vista personale: «Mi sento più felice in questo momento – ammette Lady Gaga – stavo cominciando a pensare che in questo settore non ci fosse spazio per il fascino, per la bellezza e per l'autenticità. Poi ho cominciato a lavorare con Tony. Appena sono entrata in studio, mi è venuto incontro e mi ha fatto dei complimenti. Nessuno mi aveva trattata in quel modo, sono stati la gentilezza e il modo di fare di Tony a farmi dimenticare tutta la fatica e le delusioni che avevo affrontato negli ultimi anni. Ora per me c'è solo la bellezza».