WEB RADIO

RMC Duets
 
Radio Festival
 
Xmas Radio
 
Radio Bau & Co
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC New Classics
 
Radio Monte Carlo FM
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC 90
 
Music Star Zucchero
 
rmc
 
RMC Italia
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Marine
 
Music Star Coldplay
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Radio Kay Kay
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Hits
 
RMC 80
 
RMC Love Songs
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Giorgia
 
MC2
 
RMC Great Artists
 

Justin Timberlake: dopo l'album, il nuovo tour "Legends of the Summer"

Justin Timberlake: dopo l'album, il nuovo tour "Legends of the Summer"
Justin Timberlake

"The 20/20 Experience”, il terzo capolavoro di JT. E' tornato in forma smagliante, l'illustre Justin Timberlake, 33 anni compiuti il 31 gennaio e un matrimonio con la bellissima attrice Jessica Biel celebrato l'estate scorsa sotto il sole del nostro Salento. Il disco, annunciato dallo stesso JT nel 2012 con una missiva online diretta ai suoi fan e disponibile da pochi giorni anche in una versione "deluxe” con due brani in più intitolati Dress On e Body Count, è già un bestseller (sia digitale che in Cd) in 31 Paesi, senza contare che soltanto in Usa ha venduto nella prima settimana oltre 800mila copie, detronizzando tutti i record del 2013, restituendo una boccata di ossigeno all'agonizzante mercato discografico e imponendosi come l'album più apprezzato del Ragazzo d'oro del pop. Perché, escludendo la fortunata gavetta negli ‘NSync (!), con sole due fatiche discografiche - "FutureSex/LoveSounds” del 2006 e l'indimenticabile "Justified” del 2002 – questo giovane uomo bianco dalla voce e dalle movenze "black” ha già rastrellato sei Grammy Awards e tre Brit Awards guadagnando il rispetto delle stelle più luminose del firmamento musicale internazionale, in particolare di quello "urban”.

The 20/20 Experience snocciola nuove gemme soul/funk nate dal lungo sodalizio artistico di Timberlake con il "super producer” Timbaland, così ama farsi chiamare il pioniere del funk sincopato di Virginia Beach. Stavolta però, dopo tanti anni di lontananza dalla musica, l'acquisto – forse un po' azzardato – dell'ex colosso di internet MySpace e una intensa attività sul grande schermo che lo ha portato, e lo porterà presto, a recitare al fianco di mostri sacri di Hollywood del calibro di Kevin Spacey, Morgan Freeman, Clint Eastwood e Ben Affleck, l'ex enfant-prodige di Disney Channel ha scolpito un sound raffinatissimo, musicalmente solido quanto capace di mettere in equilibrio alchimie ritmiche e sonore modernissime con un impianto armonico e melodico che sembra attingere al glorioso classicismo soul. Tutto ciò, senza voltare le spalle né ai fan, né alle classifiche, né tantomeno alle radio, dove nelle ultime settimane, grazie al singolo "Suit & Tie” featuring Jay-Z, ha senza alcun dubbio dominato l'airplay. Ma in The 20/20 Experience, che tra qualche mese diventerà un tour faraonico "in tandem” con l'amico Shawn ‘Jay-Z' Carter (sebbene inizialmente Nordamericano) battezzato Legends of the Summer, c'è ancora di più. C'è magia pura, nella voce di JT come nei ritmi e negli sfarzosi arrangiamenti orchestrali; c'è un suggestivo secondo singolo ("Mirrors”) ispirato a un videoclip romantico girato con un prodigioso gioco di specchi; c'è un omaggio al gentil sesso ("Pusher Love Girls”) nel quale Justin, con il suo inconfondibile falsetto, dimostra di aver metabolizzato anche gli insegnamenti della scuola soul/funk di Minneapolis, quella, per intenderci, nata trent'anni fa con Prince e i Time di Morris Day; c'è persino una sorta di "suite sperimentale” ("Blue Ocean Floor”), l'ultima eterea traccia del disco. Insomma, questo è un album destinato a entrare nella storia del pop, e che in autunno, come ha confermato il giovane artista di Memphis, Tennessee, avrà un seguito con altri dieci inediti firmati Justin Timberlake. Per questo si chiama The 20/20 Experience. "L'ispirazione (Per questo disco, ndr)”, ha scritto Justin rivolgendosi ai suoi ammiratori, "è venuta all'improvviso e, a essere onesto, non mi aspettavo che ne uscisse fuori qualcosa. Sono semplicemente andato in studio e ho iniziato a giocherellare con suoni e canzoni. Probabilmente è stato il momento più bello della mia carriera.. Pura creazione, senza né regole né obiettivi finali in mente. Me la sono proprio goduta”.