Robbie Williams: fingo di essere gay

La star scherza sulla sua sessualità

Robbie Williams: fingo di essere gay

La star scherza sulla sua sessualità
Robbie Williams: fingo di essere gay Non è la prima volta che Robbie Williams gioca con le voci e i pettegolezzi riguardanti la sua presunta omosessualità. Nel singolo “ Go gentle” (dal nuovo album “S wing both ways”) il cantautore Rufus Wainwright duetta con Robbie e gli suggerisce ironicamente di fare outing: «Face it Robbie, you’re a little bit gay» (Ammettilo Robbie, sei un po’ gay). Così, forse una volta per tutte, Williams ha voluto spiegare in un’intervista al Sydney Telegraph come le allusioni nei suoi confronti siano dovute a un suo atteggiamento volutamente equivoco: «La storia è piena di casi di uomini gay che fanno finta di essere. Io invece sono un etero che finge di essere gay». Non solo una questione personale. Robbie ne fa addirittura una caratteristica tutta inglese. Secondo la popstar, infatti, sarebbe una tendenza tipica del maschio britannico avere atteggiamenti facilmente fraintendibili: «Capita a noi inglesi di avere comportamenti ambigui, che possono essere considerati inconsueti per un eterosessuale. Ad esempio - ha raccontato il cantante – anche mia moglie Ayda Field è rimasta sorpresa da alcuni miei atteggiamenti. Ricordo che quando è venuta per la prima volta in Inghilterra ho dovuto spiegarle che alcuni modi di fare erano assolutamente normali per noi maschi inglesi. Guardando la tv insieme capitava spesso che lei mi indicasse una persona dicendomi: ‘Lui è gay’. E io le rispondevo ‘No, è solo britannico’».

Now on air