WEB RADIO

RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC New Classics
 
Xmas Radio
 
Music Star Coldplay
 
RMC 80
 
RMC Love Songs
 
Radio Bau & Co
 
Radio Festival
 
Music Star Zucchero
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Kay Kay
 
RMC Duets
 
RMC Marine
 
rmc
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC 90
 
RMC Great Artists
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Italia
 
MC2
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC Hits
 

Bublé interrotto a un concerto

Bublé interrotto a un concerto

Nel 2010 la madre di Sam Hollyman, poi candidato a vari talent show, interruppe il suo live

Bublé interrotto a un concerto Un momento di difficoltà trasformato in un’esperienza indimenticabile. Michael Bublé in un’intervista al Birmingham Mail, svela un simpatico retroscena datato ottobre 2010, quando, nel bel mezzo di un concerto un imprevisto che stava per mandarlo su tutte le furie si rivelò un’opportunità senza pari. Il crooner, durante un momento di colloquio con il suo pubblico di Birmingham, si vide arrivare sotto il palco una signora che voleva fare una richiesta. Era Paula, la mamma del 15enne Sam Hollyman, che chiedeva per il figlio uno spazio sul palco e un duetto col cantante canadese. Bublé, sulle prime infastidito, si è dichiarato poi deliziato dal talento del 15enne che con lui si esibì sulle note del classico “Feeling Good”. Michael racconta: “Superato l’imbarazzo ci ho anche scherzato dicendo “ho circa cinque anni prima che Sam vada a X Factor e scriva la parola fine sulla mia carriera”. In realtà dopo quel duetto ripreso e postato su YouTube, Sam si presentò ai provini per il talent show Britain's Got Talent, ma rifiutò di parteciparvi perché trovò il contratto troppo restrittivo. Sucecssivamente si presentò al casting per il talent The Voice, ma non fu accettato Bublé ha ammesso che inizialmente era furioso con la signora Paula, di professione vigile urbano nel West Midlands, per aver interrotto la sua performance. “La prima mia risposta fu acida, le dissi “Ok, cosa vuoi?”. E temevo per il ragazzo: il pubblico può essere brutale. Ma poi ero così felice quando quelle note uscivano dalla sua bocca. Fu un momento di difficoltà trasformato in estasi”.