WEB RADIO

RMC New Classics
 
MC2
 
Music Star Coldplay
 
Radio Kay Kay
 
Radio Bau & Co
 
RMC Italia
 
Music Star Zucchero
 
Radio Festival
 
Music Star Pino Daniele
 
rmc
 
RMC Marine
 
RMC Duets
 
RMC 90
 
RMC Love Songs
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Giorgia
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC 80
 
Monte Carlo Nights Story
 
Xmas Radio
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Great Artists
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Hits
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 

Jay - Z fa la classifica dei suoi album

Jay - Z fa la classifica dei suoi album

L'artista pubblica sul suo blog la lista in ordine di preferenza dei suoi cd

Quale preferisci dei tuoi album?”. A questa domanda, il 99% delle volte il cantante intervistato risponde con frasi fatte come “ognuno di loro è come un figlio, non chiedermi di scegliere”, oppure “ho un ricordo per ognuno di essi, scegliere è impossibile”, o peggio ancora “l’ultimo è sempre il migliore”, nel tentativo di fare promozione al proprio nuovo disco. Jay - Z, invece, si dimostra come al solito fuori dal comune pubblicando sul suo blog Life+Times la classifica di tutti i suoi album, mettendoli in fila dal migliore al peggiore. Si scopre così che, secondo il rapper  newyorkese, il suo ultimo lavoro, “Magna Carta… Holy Grail” è soltanto sesto nella sua personale graduatoria, alle spalle di altri dischi che magari hanno anche avuto meno successo in termini di copie vendute. Inoltre, Jay- Z aggiunge un piccolo commento ad ognuno dei dischi, rivelando ciò che gli piace e ciò che non gli piace di ognuno di essi.
Scopriamo così che il rapper ritiene di aver toccato l’apice della propria produzione proprio al suo esordio assoluto:Reasonable Doubt”, il suo primo disco, del 1996, figura infatti al primo posto della classifica. “Un classico”, commenta Jay - Z, affezionato, evidentemente, all’album che gli ha dato la fama grazie a pezzi come “Dead Presidents”, “Ain’t No Nigga” e “Can’t Knock The Hustle”. Stessa definiizione per il secondo classificato, “The Blueprint” (2001), per il terzo, “The Black Album” (2003), e il quarto, “Vol. 2… Hard Knock Life” (1998). Seguono “American Gangster” (2007) al quinto posto e, come detto, “Magna Carta… Holy Grail”. Nella seconda sestina compaiono “In My Lifetime, Vol. 1” (1997), “The Blueprint 3” (2009), “The Dynasty: Roc La Familia” (2000), “Vol. 3... The Life and Times of S. Carter” (1999), “The Blueprint 2: The Gift and The Curse” (2002) e infine “Kingdom Come” (2006), per il quale Jay -Z si giustifica ricordando che si trattava “dell’album del ritorno, non sparatemi”, essendo arrivato tre anni dopo “The Black Album”. Ironia della sorte, “Kingdome Come” fu un grande successo commerciale e fu anche candidato al Grammy come miglior disco rap dell’anno.