Al Festival ci sono scarti di canzoni

Pippo Baudo dice la sua sui brani in concorso durante "Teo in Tempo Reale"

Al Festival ci sono scarti di canzoni

Pippo Baudo dice la sua sui brani in concorso durante "Teo in Tempo Reale"
È stato uno dei presentatori più celebri del Festival di Sanremo, di cui ha condotto ben tredici edizioni. Adesso non può dunque esimersi dal dire la sua. Infatti, Pippo Baudo, ospite di “ Teo in tempo Reale” (condotto da Teo Teocoli, Monica Sala e Max Venegoni) si è pronunciato sul livello artistico dei Festival degli ultimi anni: «Quelle di Sanremo sono canzoni che durano poco. Ai nostri tempi le canzoni duravano anni, si cantano ancora oggi. Adesso queste canzoni dopo un mese le hai già scordate, perché non significano niente. La selezione viene fatta in maniera molto frettolosa e si prendono gli scarti delle cose che sono andate altrove». A quante pare insomma Pippo non è entusiasta (come, va detto, molti altri cultori del Festival più tradizionale) che all’appello manchino le grandi voci di un tempo, da Al Bano a Patty Pravo, passando per Anna Oxa, tanto per fare qualche nome. In effetti, quest’anno ci sono state critiche per l’inserimento tra i big di nomi poco noti al grande pubblico, come i Perturbazione, o The Bloody Beetrots insieme a Raphael Gualazzi. Forse Pippo sarà più soddisfatto per gli ospiti della prima serata: Raffaella Carrà, Laetitia Casta e Cat Stevens. Ligabue sarà protagonista di un omaggio a Fabrizio De André. A esibirsi tra i big sono invece Arisa, Frankie Hi NRG, Antonella Ruggiero, Raphael Gualazzi e The Bloody Beetrots, Cristiano De Andrè, Perturbazione e Giusy Ferreri.

Now on air