WEB RADIO

Radio Kay Kay
 
Music Star Zucchero
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Italia
 
RMC Marine
 
RMC Duets
 
rmc
 
RMC New Classics
 
RMC 90
 
Radio Bau & Co
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
MC2
 
RMC Love Songs
 
Xmas Radio
 
RMC 80
 
Radio Festival
 
RMC Great Artists
 
Music Star Coldplay
 
RMC Hits
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Giorgia
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Pino Daniele
 

Emeli Sandé ritrova le sue origini nello Zambia

Emeli Sandé ritrova le sue origini nello Zambia
La cantante scozzese Emeli Sandé ha visitato lo Zambia, il paese africano che ha dato i natali a suo padre Joel. Il viaggio. L'artista scozzese Emeli Sandé ha descritto il suo recente viaggio nello Zambia come «fonte di ispirazione»e tale da aprirle la mente. La Sandé, il cui padre Joel è nativo del paese africano, è stata invitata con la madre e la sorella a recarsi laggiù dalla ong Oxfam Zambia. La visita dell'artista mirava a sensibilizzare la popolazione sulle violenze che donne e ragazze ancora subiscono, oltre che sulle condizioni di vita di una larga parte della popolazione, che ancora non ha accesso a un'assistenza sanitaria adeguata, oltre che all'istruzione per un gran numero di bambini. «Mi sono sentita come a casa, nello Zambia e provo un forte legame con questo paese. Mi sono sentita davvero ispirata dal lavoro che un'associazione come la Oxfam sta facendo, spero che più persone ne possano venire a conoscenza e diano così il loro contributo”. Musica e istruzione. Emeli Sandé ha anche messo al centro della discussione il ruolo che la musica può avere in situazioni come queste: «Sono sempre stata una grande sostenitrice del potere terapeutico della musica – ha spiegato la cantante – e credo che i musicisti possano fare davvero molto anche per “guarire” una comunità cercando di portare un messaggio positivo. Io vengo dal Regno Unito, ho avuto molte opportunità e credo che la cosa più importante sia l'istruzione. Ti permette di avere libertà e molte opzioni. La musica è qualcosa di fantastico, ma credo che la cosa più importante sia riuscire a impegnarsi in qualcosa che ti può dare veramente la possibilità di cambiare e di scegliere, e questo lo può garantire solo una buona istruzione. Mi piacerebbe poter fare qualcosa di più per gli artisti locali”.