WEB RADIO

RMC Hits
 
RMC 80
 
rmc
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC Love Songs
 
MC2
 
RMC New Classics
 
Music Star Giorgia
 
Radio Kay Kay
 
RMC Marine
 
Music Star Zucchero
 
Radio Festival
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Duets
 
Radio Bau & Co
 
RMC Italia
 
RMC 90
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Coldplay
 
Xmas Radio
 
Music Star Pino Daniele
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Great Artists
 

Chris Martin chiede più collaborazione ai compagni

Chris Martin chiede più collaborazione ai compagni
Chris Martin chiede più collaborazione ai compagni di band La richiesta. Chris Martin ha chiesto ai compagni di band di essere maggiormente presenti e collaborativi nel processo di scrittura delle canzoni dei Coldplay. Il frontman della band inglese, che divide i meriti della realizzazione dei brani con gli altri membri del gruppo (Guy Berryman, Jonny Buckland e Will Champion), è un po' stanco del fatto di dover essere sempre il primo a dare l'ispirazione o l'idea per una canzone e vorrebbe che anche i suoi compagni facessero un passo avanti e dessero l'input per un brano. «Per molto tempo ho letteralmente pregato i ragazzi dicendo ‘Vi prego, qualcuno dia il via a una canzone’. Mi è stato dato questo dono dall'universo o da Dio, come se le idee per i pezzi mi arrivassero dall'alto, prima di portarle ai ragazzi e di realizzare dei brani. Ho anche detto a Guy per moltissimo tempo che sapevo che lui scriveva musica per conto suo e che volevo che la condividesse con noi, ma lui era sempre convinto che non mi sarebbe piaciuta». La svolta. Nella realizzazione dell'ultimo album “Ghost stories” finalmente qualcosa sembra essere cambiato. E il 37enne cantante è rimasto piacevolmente colpito quando Guy Berryman gli si è avvicinato dicendo di avere l'idea per una canzone che poi è diventata “Magic”: «Ero così grato e contento in quel momento. Mi ha fatto felice anche perché ci ha dato l'ispirazione per tutto il disco. L'idea è di aiutarci a vicenda. Avevamo tante canzoni, ma credo che l'esigenza principale fosse riuscire a fare qualcosa in cui ognuno avesse un ruolo e che potessimo realizzare qualcosa di personale».