Wher, l'app che rende le città a misura di donna

Wher, l'app che rende le città a misura di donna

Grazie ai consigli delle donne del posto, Wher è in grado di creare una mappa delle strade da percorrere in sicurezza.

Camminare da soli per le strade di città che non si conoscono, magari anche poco illuminate e frequentate da personaggi non proprio raccomandabili, potrebbe rivelarsi davvero pericoloso. E lo è ancora di più nel caso in cui in questa situazione si ritrovi una donna. È sempre meglio conoscere la strada che si deve percorrere, se si vuole tornare a casa senza pensieri. Ma come fare?

La risposta è Wher, l'applicazione nata nel 2016 che permette alle donne di scambiarsi consigli e indicazioni sui percorsi migliori da prendere per muoversi di sera. Arrivata sul mercato solamente da gennaio di quest'anno, Wher ha l'obiettivo di rendere le città a misura di donna, studiando percorsi sicuri basati sui feedback e sui consigli di altre donne che la abitano e creando così una mappa delle strade consigliate da percorrere in sicurezza. "È un modo per avere un impatto sociale positivo”, ha spiegato Eleonora Gargiulo, Ceo di Wher e co-fondatrice della startup assieme ai soci Ilaria Zonda e Andrea Valenzano.

Torino, Milano, Roma, Bologna e Catania sono le città italiane in cui è attualmente attivo il servizio, ma l'ambizione è quella di estenderlo su tutto il territorio nazionale attivando collaborazioni con istituzioni, associazioni e aziende. “La nostra speranza è che questa app sia il motore di un cambiamento sociale dal basso, capace di rendere davvero le strade e le città sempre più sicure per tutti”, ha concluso Gargiulo. 

Now on air