Oggi è la Giornata europea delle lingue: sapete qual è la lingua più parlata in Europa? Non è l’inglese!

Oggi è la Giornata europea delle lingue: sapete qual è la lingua più parlata in Europa? Non è l’inglese!

L’obiettivo della giornata è quello di sensibilizzare le persone sull’importanza dell’apprendimento di altre lingue.

Oggi, 26 settembre, è la Giornata europea delle lingue: si tratta di una giornata promossa dal Consiglio d’Europa e che vede il patrocinio dell’Unione Europea. Il suo obiettivo è quello di promuovere l’apprendimento di nuove lingue e di sensibilizzare le persone sull’importanza del plurilinguismo e della multiculturalità.

In Europa infatti sono 24 le lingue che vengono parlate ogni giorno sebbene altre fonti parlano di circa 225 idiomi tra dialetti e lingue ormai quasi in disuso. A differenza di quello che si pensa la lingua maggiormente parlata in Europa non è l’inglese bensì il tedesco con più di 100 milioni di persone che la parlano in Germania, Svizzera, Austria, Liechtenstein, Lussemburgo, Belgio e piccole parti d’Italia. Al secondo posto si trova il francese con circa 71 milioni di persone mentre la lingua ufficiale per le comunicazioni è l’inglese, la lingua più parlata al mondo dopo il cinese mandarino.

In Europa buona parte delle lingue diffuse derivano da tre grandi ceppi: quello germanico (tedesco, olandese, inglese, danese, svedese, norvegese), quello slavo (polacco, slovacco, serbo, croato, bulgaro, etc.) e quello delle lingue romanze (italiano, spagnolo, francese, rumeno, portoghese). Grazie ai flussi migratori inoltre in Europa si sono diffuse tre lingue che arrivano da lontano come il cinese, l’arabo e l’hindi, ognuna delle quali ha un proprio alfabeto.

Curiosità: l’italiano è la lingua in cui è stato scritto “Pinocchio” di Carlo Collodi, il libro non religioso più tradotto al mondo con oltre 240 versioni ed è una delle pochissime lingue al mondo che può vantare un libro, la Divina Commedia di Dante Alighieri, che ne certifica ufficialmente la nascita.

Now on air