Il 3 agosto 1778 veniva inaugurato il Teatro alla Scala: ecco 10 curiosità che lo riguardano

Il 3 agosto 1778 veniva inaugurato il Teatro alla Scala: ecco 10 curiosità che lo riguardano

Si tratta del teatro italiano più famoso di sempre, il suo palco è stato calcato dai migliori cantanti lirici e musicisti di sempre.

Il 3 agosto 1778, esattamente 240 anni, veniva inaugurato per la prima volta il Teatro alla Scala di Milano. Si tratta del teatro italiano più importante, un vero e proprio pezzo di storia della musica e della lirica. Nel tempo il suo palco è stato calcato dai migliori cantanti lirici e musicisti di sempre.

Per celebrare il suo anniversario abbiamo deciso di svelarvi 10 curiosità sulla sua storia, eccole di seguito.


1. Fu costruito per volontà di Maria Teresa d’Austria

La sua costruzione è merito di Maria Teresa d’Austria, che l’ha fortemente voluto. Anche l’Opera di Vienna, costruita successivamente, seguì l’esempio stilistico del Teatro alla Scala.


2. Inaugurazione con Salieri

Il 3 agosto 1778 fu “L’Europa riconosciuta” di Antonio Salieri la prima opera rappresentata. Dal 1940 la “prima” si svolge sempre il 7 dicembre, giorno di Sant’Ambrogio, patrono di Milano.


3. Palchetti addobbati

In passato i palchetti erano di proprietà delle famiglie e così venivano addobbati a piacimento dei proprietari. Il palco 13 ad esempio è pieno di specchi situati con molta attenzione in ogni angolo in modo da poter osservare tutto il teatro (e gli altri spettatori).


4. Gioco d’azzardo e corse di cavalli

Sapevate che al Teatro alla Scala, prima dell’apertura del sipario e durante l’intervallo, si giocava d’azzardo e vi erano le corse dei cavalli? Le sedie della platea erano estraibili in modo da poter creare una vasta area libera dove scorrazzavano i cavalli o si ballava.


5. La cucina

Al secondo piano c’era una cucina che diventò punto di ritrovo e dove i signori ordinavano da mangiare. Non erano molto d’accordo gli spettatori del primo piano però, che si lamentavano dei resti di cibo che volavano giù.


6. I fantasmi

Secondo una leggenda nel Teatro alla Scala si trovano i fantasmi di Maria Malibran e di Maria Callas.


7. Il maestoso lampadario di… plastica!

Altro che cristalli di Boemia, il grandissimo lampadario centrale del Teatro è fatto (in parte) di plastica! Si tratta di una scelta per motivi di sicurezza in quanto altrimenti sarebbe pesato troppo. È talmente grande che per pulirlo sono necessari 20 giorni.


8. Il punto Callas

La grandissima Maria Callas individuò un punto preciso sul palcoscenico dove la sua voce arrivava perfetta in ogni angolo del Teatro. Il luogo fu ribattezzato “il punto Callas”.


9. Un’acustica non sempre perfetta

Il Teatro alla Scala è uno dei migliori teatri per la lirica ma non è altrettanto performante per la musica sinfonica. Quest’ultima infatti ha bisogno di un riverbero più lungo ma il teatro non dispone delle strutture adeguate.


10. La recente ristrutturazione

Nei primi anni Duemila la Scala è stato ristrutturato e dispone di uno dei palcoscenici più all’avanguardia di tutto il mondo.

Now on air