Il 6 luglio 1994 usciva al cinema Forrest Gump: le curiosità di un film cult

Il 6 luglio 1994 usciva al cinema Forrest Gump: le curiosità di un film cult

Il film iconico diretto da Robert Zemeckis compie 24 anni: le sue frasi sono entrate nel nostro gergo di tutti i giorni.

Un film che ha commosso tutti, grandi e piccini, ed è rimasto scolpito nella storia del cinema. Forrest Gump è stato un grandissimo successo, ha vinto 6 premi Oscar, è al dodicesimo posto tra il migliori film di sempre secondo il sito IMDb e ha contribuito a consegnare Tom Hanks all’olimpo degli attori di Hollywood.

Forrest Gump uscì nei cinema degli Stati Uniti esattamente 24 anni fa, il 6 luglio 1994 e il suo successo è arrivato intatto fino ai nostri giorni. La sua trama, ispirata dal libro omonimo di Winston Groom, le tantissime citazioni cinematografiche, i riferimenti storici ne hanno fatto un film cult e alcune delle frasi pronunciate da Hanks nel film sono entrate nel nostro gergo di tutti i giorni. Volete qualche esempio? «Corri, Forrest!» e «la vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita» sono ormai nell’immaginario collettivo e almeno una volta tutti le abbiamo pronunciate.

Per celebrare l’anniversario di Forrest Gump abbiamo deciso di svelare alcune simpatiche curiosità legate al film, eccone 5.


1. La corsa di Forrest

Ricordate quando Forrest decide di correre e non fermarsi più? Dovete sapere che l’idea prende spunto da un fatto di cronaca realmente accaduto: Louis Michael Figueroa infatti nel 1982, quando aveva 16 anni, ha corso dal New Jersey fino a San Francisco (praticamente per tutti gli Stati Uniti in diagonale) a sostegno dell’American Cancer Society.

Altra piccola curiosità: nelle scene del film non è Tom Hanks che corre ma suo fratello Jim.


2. La panchina di Forrest

Forrest si siede spesso su una panchina in fibra di vetro: ebbene, si trova a Savannah, in Georgia ma qualche tempo dopo l’uscita del film è stata spostata al Museo di Storia della città per paura che potesse venire danneggiata.


3. Cambio di accento

Per rendere più realistico il personaggio di Forrest Gump (che viene dall’Alabama, sud degli Stati Uniti) Tom Hanks ha cambiato modo di parlare e pronuncia dandogli quel particolare accento degli stati del sud. Zemeckis non era molto d’accordo ma poi si dovette ricredere.


4. Per interpretare Forrest Gump furono presi in considerazione John Travolta e Bill Murray

Prima di Tom Hanks fu chiesto di interpretare la parte del protagonista a John Travolta e Bill Murray. Il primo rifiutò per poter impersonare Vincent Vega in Pulp Fiction.


5. Il tentativo di sequel

Dopo l’incredibile successo del film i produttori decisero che era il caso di tentare un sequel e così nel 2001 affidarono a Eric Roth l’incarico di scrivere una sceneggiatura. Alla fine però il progetto perse vigore e Hanks, Zemeckis e Roth abbandonarono l’idea.

Now on air