37 anni fa usciva al cinema Indiana Jones! Ecco 10 curiosità sul personaggio interpretato da Harrison Ford

37 anni fa usciva al cinema Indiana Jones! Ecco 10 curiosità sul personaggio interpretato da Harrison Ford

Il 12 giugno 1981 il mitico “Indy” sbarcava nel nostro immaginario collettivo. Da allora è stato un successo senza precedenti.

Tanti auguri Indiana Jones! È proprio il caso di dirlo visto che il 12 giugno del 1981, esattamente 37 anni fa, usciva nella sale cinematografiche statunitensi “I Predatori dell’Arca Perduta”, il primo film della tetralogia sull’archeologo più famoso al mondo (in Italia arrivò il 22 ottobre dello stesso anno). Il personaggio di Indy infatti, interpretato magistralmente da Harrison Ford, ha avuto un successo senza precedenti e si è inserito di diritto nel nostro immaginario collettivo.

Per festeggiare al meglio il suo compleanno abbiamo deciso di rivelarvi 10 curiosità su Indiana Jones che di sicuro non sapevate. Eccole!


1. Tom Selleck

Indiana Jones avrebbe dovuto essere interpretato da Tom Selleck e non da Harrison Ford. Selleck fu costretto a rifiutare la parte per vincoli contrattuali con la CBS (che deteneva i diritti di Magnum P.I.) e così George Lucas virò su Harrison Ford, con il quale aveva già collaborato in Star Wars.


2. Indiana Smith

Altro che Indiana Jones! Il protagonista avrebbe dovuto chiamarsi Indiana Smith. Fu Steven Spielberg a non apprezzare il cognome e a cambiarlo poi in Jones. Il nome Indiana invece è un esplicito omaggio al cane di Lucas, che si chiamava appunto così.


3. Il legame con James Bond

In “Indiana Jones e l’Ultima crociata” entra in scena Henry Jones, il padre di Indiana interpretato da Sean Connery. Lucas scelse l’attore scozzese perché, secondo lui, Indiana Jones è una sorta di figlio spirituale di James Bond. Chi allora meglio del mitico 007 a fargli da padre?


4. Paura dei serpenti

Nonostante l’impavido coraggio dimostrato nelle sue avventure Indy è affetto da ofidiofobia, la paura dei serpenti. Colpa di un trauma infantile, come si scopre guardando la saga.


5. Ispirato a un archeologo italiano

Secondo diverse fonti il personaggio di Indiana Jones è stato ispirato all’archeologo ed esploratore italiano Giovanni Battista Belzoni. Vissuto a cavallo tra ‘700 e ‘800 è considerato ancora oggi uno dei più importanti egittologi al mondo: ha scoperto la Valle dei Re e ispirato la fantasia di George Lucas.


6. La colonna sonora

Cosa sarebbe Indiana Jones senza la sua mitica colonna sonora? Il merito per la musica è di John Williams, cinque volte premio Oscar.


7. Un fallimento dietro l’altro

Chi ha visto tutti e 4 i film sa bene che in realtà Indy non riesce a portare a termine le sue missioni. L’eroe infatti viene travolto dagli eventi e alla fine sono i nemici ad avere la meglio… o quasi.


8. La serie tv

Tra il 1992 e il 1996 la ABC mandò in onda la serie tv “Le avventure del giovane Indiana Jones”. Fu prodotta per 3 stagioni e raccontava l’infanzia e la giovinezza del personaggio. Vinse 11 Emmy Awards e Indy era interpretato da Sean Patrick Flanery.


9. Camei

Nel secondo capitolo della saga vi sono due camei di George Lucas e Steven Spielberg. Il primo interpreta un missionario, il secondo un turista. Nel primo episodio invece c’è un’apparizione del produttore Frank Marshall.


10. Gli omaggi a Star Wars

In almeno due film della saga ci sono evidenti citazioni di Star Wars: un club si chiama Obi Wan mentre in una grotta egizia, tra diversi geroglifici, si notano le sagome di C-3PO e R2-D2.

Now on air