Come prendersi cura del proprio cervello? Camminando!

Come prendersi cura del proprio cervello? Camminando!

Lo confermerebbe una ricerca pubblicata da Frontiers in Neuroscienze: una regolare attività motoria permette lo sviluppo di nuovi neuroni

È nota a tutti quella sensazione di "soffocamento" quando si è schiavi (consenzienti o meno) di una routine senza pietà. E a quanto pare anche i nostri neuroni non beneficiano delle solite abitudini, almeno quelle che non prevedono un po' di attività motoria. E secondo Frontiers in Neuroscienze basterebbe anche solo una passeggiata!

È proprio questa ricerca a far suonare il campanello d'allarme: l'assenza e privazione di sport o movimento fisico ha un impatto diretto sul processo di generazione di nuovi neuroni. La ricerca specifica che un ulteriore effetto negativo potrebbe generarsi a livello genetico, interferendo nella trasformazione di alcune proteine.

Una ulteriore conferma che corpo e mente sono strettamente connessi a più livelli, e prendersi cura di uno significa dare uno stimolo positivo anche all'altra. Nello specifico, Frontiers in Neuroscienze riporta come, al termine delle quattro settimane di test della ricerca, nelle cavie a cui è stato impedito il movimento rispetto a quelle lasciate libere di muoversi è stata evidenziata una riduzione del 70% del numero di cellule staminali neurali - ovvero quelle da cui vengono generati i neuroni.

Vale quindi ancora la regola "mens sana in corpore sano", ma non dimentichiamoci anche del contrario e dei benefici diretti che l'attività sportiva, fisica e motoria possono esercitare sulla salute e freschezza del nostro cervello.

Now on air