Harry e Meghan: «Per il matrimonio non vogliamo regali ma opere di beneficenza»

Harry e Meghan: «Per il matrimonio non vogliamo regali ma opere di beneficenza»

A poco più di un mese dall’evento dell’anno i due futuri sposi hanno chiesto ai loro invitati di fare una donazione ad alcune organizzazioni benefiche.

Cosa regalare quando si è invitati ad un matrimonio reale? Difficile dirlo, soprattutto quando si è invitati all’evento dell’anno, cioè al matrimonio tra il principe Harry e Meghan Markle che avverrà il prossimo 19 maggio al castello di Windsor.

A togliere gli ospiti dall’impaccio ci hanno pensato direttamente gli sposi, che hanno fatto sapere di gradire opere di beneficenza e non regali. La notizia arriva da Kensington Palace, che ha elencato sette diverse Onlus citate dai futuri coniugi. Si tratta di associazioni «che rappresentano una serie di questioni alle quali tengono» Harry e Meghan, enti che aiutano, ad esempio, malati di Hiv, che promuovono lo sport come cambiamento sociale, aiutano i bambini orfani e sostengono le donne nella loro emancipazione. Le sette organizzazioni scelte da Harry e Meghan sono Scotty’s Little Soldiers, StreetGames, The Wilderness Fondation UK, Surfers Against Sewage, the Myna Mahila Foundation, Chiva (Children’s Hiv Association) e Crisis.

La vena filantropica di Harry e Meghan non è mai stata un mistero, così come quella di William e Kate, che hanno sempre cercato di utilizzare la loro immagine per sensibilizzare l’opinione pubblica su numerose tematiche sociali e di sviluppo, schierandosi dalla parte dei più deboli. Testimoniarlo anche durante il loro matrimonio è un gesto lodevole, che ha raccolto molti consensi non solo tra i sudditi di Sua Maestà: «Essere scelti personalmente da Harry e Meghan Markle è un grande onore per la Scotty’s Little Soldiers, siamo estremamente grati per l’opportunità» ha affermato Nikki Scott, fondatrice dell’organizzazione a sostegno dei bambini che hanno perso un genitore mentre si trovava in missione con l’esercito britannico.

Now on air