Un corvo della Torre di Londra scompare. Secondo la leggenda, la monarchia è in pericolo...

Un corvo della Torre di Londra scompare. Secondo la leggenda, la monarchia è in pericolo...

Il destino dell'Inghilterra e della sua monarchia, secondo una leggenda, è legato ai corvi della Torre di Londra. Ora che uno di loro è scomparso, che accade?

Un'antica leggenda inglese afferma che, quando i corvi spariranno dalla Torre di Londra, la monarchia e l'Inghilterra stessa crolleranno. Pare che la leggenda risalga ai turbolenti tempi della successione della Regina Elisabetta I, anche se secondo alcuni studiosi il mito, ambientato nel XVI secolo, è da farsi risalire piuttosto all'età vittoriana.

Fatto sta che, con pragmatismo tutto britannico, la Torre di Londra ospita da tempi lontani una colonia di sette corvi (sei è il numero minimo necessario per evitare lo sciagurato crollo nominato dalla profezia, il settimo è di scorta). Solo una volta la Torre è rimasta senza corvi, poco dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando i due volatili superstiti, Grip and Mabel, scomparvero.

Ebbene, uno dei sette corvi della Torre è purtroppo scomparso alla fine di marzo: si tratta di Munin, morto a 22 anni di vecchiaia (anche se i corvi possono arrivare fino ai 40 anni). La bestiola sarà subito rimpiazzata, naturalmente. Il nuovo arrivato andrà ad aggiungersi alla colonia della Torre. Che trascorre una vita serena.

I corvi della Torre devono sì subire un accorciamento delle piume di un fianco (per evitare che possano volare troppo lontano), ma hanno a disposizione i magnifici spazi esterni della Torre, un addetto tutto loro (il Raven Master, che fa parte degli Yeomen, la guardia ufficiale della Torre) e un'alimentazione gourmet: carne scelta, formaggio, di cui sono assai ghiotti, pane fritto in arrivo dalle cucine del palazzo, biscotti per volatili inzuppati nel sangue, e, delizia delle delizie, un uovo a settimana e ogni tanto un coniglio con tanto di pelliccia. Oltre alle patatine offerte loro dai turisti.

Una vita facile, a cui solo uno di loro, Grog (ogni corvo ha un nome e un anellino colorato a una zampa, per facilitarne l'identificazione), volle rinunciare, volando, dopo 21 anni di onorato servizio, verso il pub più vicino. Si conosce solo un caso di corvo "licenziato": fu George, che amava fare a pezzi le antenne tv della Torre. «Sabato 13 settembre 1986 il Corvo George, arruolato nel 1975, è stato inviato al Welsh Mountain Zoo. Condotta insoddisfacente, pertanto non sono più richieste le sue prestazioni», si legge nella nota che lo ha "pensionato" prima del tempo.

  

Now on air