Piero Angela: “Alberto fu bocciato in quinta elementare, ma gli ha innescato una spirale virtuosa”

Piero Angela: Alberto fu bocciato in quinta elementare, ma gli ha innescato una spirale virtuosa

Il creatore di Super Quark ha rivelato che a scuola il figlio Alberto non era sempre stato all'altezza delle aspettative. Ma da quella bocciatura tutto è cambiato.

Conduttore e divulgatore di indubbio successo, è riuscito a riavvicinare gli italiani alla cultura con programmi attuali, eleganti, coinvolgenti e sempre con stile: Alberto Angela è il vero mattatore della tv scientifica e con il suo "Meraviglie" sta letteralmente tenendo incollati allo schermo milioni di spettatori. Ma sapevate che è stato bocciato alle scuole elementari?

A rivelarlo è stato suo padre Piero Angela in un’intervista: «Alberto fu bocciato in quinta elementare», ha rivealato il conduttore. «Oggi si tende a dare la colpa agli insegnanti, ma se un alunno non va bene è giusto che ripeta l’anno. Ad Alberto la bocciatura è bruciata molto ma gli ha innescato una spirale virtuosa» ha detto l'ideatore di Super Quark. E col senno di poi possiamo dire che la crescita professionale di Alberto Angela è stata notevole: oggi, insieme al padre, è una delle figure di spicco della tv culturale italiana. «Il nostro segreto? Bisogna chiederlo ai telespettatori, a noi viene spontaneo. Forse il fatto che riescano a passare le emozioni, oltre alle parole», ha affermato Piero Angela.

Now on air