Bataclan: il ricordo a due anni di distanza

Bataclan: il ricordo a due anni di distanza

Il 13 novembre del 2015 a Parigi un commando terrorista uccideva 130 persone al club Bataclan e in altri due locali. Oggi la commemorazione

Era il 13 novembre del 2015 quando un commando terrorista sferrava un sanguinoso attacco a Parigi. A essere uccise, in attentati che colpirono il club Bataclan e altri due locali della città, furono 130 persone, tra cui l'italiana Valeria Solesin.

Oggi, a due anni di distanza dalla strage, il presidente francese Emmanuel Macron ha ricordato le vittime degli attacchi terroristici. Insieme a Macron anche l'ex presidente François Hollande e il sindaco di Parigi, Anne Hidalgo. Niente discorsi, per quella che sarà l'ultima cerimonia di omaggio alle vittime a livello nazionale: si osserverà soltanto un minuto di silenzio in ciascun luogo colpito dai kamikaze. la commemorazione è così iniziata allo Stade de France a Saint Denis, per poi spostarsi al Petit Cambodge, al Carillon e a La Belle Equipe, per concludersi al Bataclan.

Molti dei sopravvissuti alla strage hanno colto l'occasione per mostrare on line i tatuaggi che hanno deciso di farsi incidere sulla pelle per superare il trauma di quei terribili momenti: frasi di riscatto, di resistenza, di coraggio, di speranza, da "Fluctuat nec mergitur" (Sbattuta dalle onde ma non affonda) di Manon Hautecoeur al corvo e al serpente che si morde la coda di  Laura Leveque, simbolo del "ciclo della vita".

Now on air