WEB RADIO

Music Star Jovanotti
 
rmc
 
RMC Hits
 
RMC Love Songs
 
RMC Italia
 
RMC Duets
 
Music Star Coldplay
 
Radio Kay Kay
 
RMC Great Artists
 
RMC 90
 
Music Star Giorgia
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC New Classics
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC Marine
 
Music Star Zucchero
 
Radio Festival
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Bau & Co
 
Music Star Pino Daniele
 
Radio Monte Carlo FM
 
MC2
 
RMC 80
 

Dopo il caso Ryanair, addio ai voli low cost?

Dopo la cancellazione di altri voli da parte di Ryanair, ci si chiede se i biglietti low cost siano al declino... La risposta dell'esperto

Dopo il caso Ryanair, addio ai voli low cost?

Ryanair ha da poco cancellato nuovi voli, dal novembre 2017 fino al marzo 2018. Si tratta di 18mila voli e 400mila passeggeri. La compagnia ha inoltre annunciato di ritirarsi dalla corsa per l'acquisto di Alitalia. Molti si chiedono a questo punto se questi problemi causeranno una crisi nel settore dei biglietti low cost e se a breve bisognerà sborsare di più per potersi spostare in aereo.

E, probabilmente sì, potrebbe esserci un cambiamento nelle tariffe delle compagnie aeree che finora hanno offerto biglietti a prezzi stracciati. L'AdnKronos ha intervistato su questo argomento Cesare Pozzi, professore di Economia industriale alla Luiss. Secondo il professor Pozzi: «La corsa selvaggia all'abbassamento dei prezzi si deve per forza riassestare perché i costi effettivi sono altri. Il fenomeno low cost si regge sul cambiamento di assetto istituzionale legato alla liberalizzazione del trasporto aereo, che ha offerto delle opportunità di arbitraggio». Infatti la liberalizzazione del trasporto aereo ha creato normative differenti, che incentivano la concorrenza, ma in effetti drogano il mercato. 

A facilitare gli affari delle low cost in Italia sono stati anche, secondo il professor Pozzi «l'investimento pubblico fatto sugli aeroporti» (e infatti numerosi enti locali hanno incentivato e finanziato l'apertura di nuove rotte) e l'iniziale abbondanza di piloti: «C'era abbondanza di piloti», ricorda il professor Pozzi «che sono quelli poi che hanno generato la crisi, perché molte compagnie di bandiera sono entrate in difficoltà». Si trattava di «personale altamente qualificato che era stato formato con un grande investimento, in molti casi pubblico». Ora però «Di piloti formati ce ne sono sempre meno perché col tempo questo grande investimento pubblico non è stato più fatto. Adesso poi i traffici sono aumentati e c'è anche concorrenza da parte di altri operatori. Piloti di livello non ce ne sono a sufficienza rispetto alla domanda e quindi i prezzi stanno salendo... Anche i finanziamenti dai territori diminuiranno».

Secondo il professor Pozzi dunque, il mix di scarsità di piloti e minori finanziamenti locali farà alzare i costi dei biglietti. Inoltre, il crescere delle spese per la sicurezza degli aeroporti e per abbattere l'inquinamento causato dagli aerei non possono che far aumentare i prezzi.

E questa situazione non riguarda solo Ryanair, ma tutte le compagnie low cost. Infatti, i biglietti sono stati venduti a prezzi stracciati perché le condizioni offerte dal mercato lo consentivano. Ma adesso il mercato sta cambiando e dunque i prezzi low cost potrebbero non essere in eterno...